ASERCOM fornisce le linee guida per la manipolazione in sicurezza di componenti per refrigeranti infiammabili (anche in ITALIANO)

Classificazione aree secondo ATEX (Credits: ASERCOM)

La manipolazione di componenti per refrigeranti infiammabili comporta numerosi rischi. Poiché i refrigeranti infiammabili, a causa del minore potenziale di riscaldamento globale, sono molto importanti per raggiungere gli obiettivi del regolamento sui gas fluorurati, è necessario modificarli.

Per garantire una corretta informazione sulla manipolazione in sicurezza alle aziende industriali ed al loro indotto, ASERCOM – l’associazione dei produttori europei di componenti per la refrigerazione e il condizionamento dell’aria – ha pubblicato una guida completa sulla manipolazione sicura dei componenti nell’uso di refrigeranti infiammabili. L’associazione intende pertanto fornire agli esperti, ai produttori e agli installatori di sistemi che operano in aree non pericolose (nessuna zona ATEX) una raccomandazione per la loro movimentazione. In particolare, la linea guida mira alla manipolazione sicura dei componenti utilizzati nei circuiti di refrigerazione a compressione con refrigeranti infiammabili.

L’uso di refrigeranti infiammabili influisce sui requisiti di valutazione del rischio

«Nonostante le norme di sicurezza documentino bene come i sistemi corrispondenti debbano essere costruiti, installati e mantenuti, i produttori di componenti , organizzati in ASERCOM, hanno notato un elevato livello di incertezza tra gli specialisti del settore della refrigerazione,  della climatizzazione e del condizionamento dell’aria quando si tratta di refrigeranti infiammabili. Pertanto, con questa linea guida vogliamo contrastare questa incertezza» spiega il presidente dell’ASERCOM Wolfgang Zaremski. L’industria HVAC & R deve cercare alternative con un minore potenziale di riscaldamento globale, riducendo gradualmente l’uso di refrigeranti fluorurati con un elevato valore di GWP (potenziale di riscaldamento globale). A differenza dei refrigeranti con un elevato valore GWP, i refrigeranti con un valore GWP molto basso possono essere infiammabili o combustibili.

I refrigeranti combustibili sono utilizzati, da decenni, in milioni di applicazioni domestiche. La quantità di riempimento degli elettrodomestici è limitata a 150 grammi per impianto. L’industria e i relativi settori dell’indotto, si trovano ora di fronte a una nuova sfida: l’aumento dell’uso di refrigeranti infiammabili richiede anche maggiori quantità di riempimento che, se gestite in modo scorretto, possono rappresentare un rischio potenziale significativamente più alto.

Manipolazione senza rischi dei componenti, quando si utilizzano refrigeranti infiammabili

In termini di contenuti, ASERCOM, nell’attuale linea guida, esprime le condizioni specifiche in cui è consentito l’uso di refrigeranti infiammabili. Se i componenti sono omologati per un particolare refrigerante infiammabile o per un gruppo di refrigeranti infiammabili e la loro conformità è stata dichiarata dal produttore, questi componenti possono essere utilizzati, tenendo sempre conto dei requisiti specifici per la loro installazione e per il loro impiego.

L’installatore deve sempre effettuare una valutazione completa del rischio dell’impianto. Ciò significa che egli deve progettare l’impianto in conformità ai requisiti di sicurezza, descritti nelle norme di sicurezza specifiche per l’applicazione. ASERCOM fornisce, nelle sue linee guida, istruzioni adeguate al fine di essere d’aiuto nello specificare i requisiti, per una manipolazione senza rischi, dei componenti per i refrigeranti infiammabili.

Si consiglia pertanto di prepararsi in anticipo al passaggio a refrigeranti infiammabili. Una formazione adeguata e le competenze che ne derivano, sono fondamentali per un utilizzo e una gestione sicura.

L’intera guida può essere consultata sul sito ASERCOM o QUI in ITALIANO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here