USA – California: limite di GWP a 150 per i refrigeranti nelle piste di pattinaggio. Proposta di EIA e IIAR

Credita: Glen Bowman, licensed under CC BY-SA 2.0

Vi sono due refrigeranti con GWP inferiore a 150 che sono ampiamente disponibili e sufficienti a soddisfare le esigenze delle piste di ghiaccio nuove ed esistenti: ammoniaca e CO2. L’ammoniaca, con un GWP zero, è stata utilizzata nella stragrande maggioranza delle piste di ghiaccio in California e in tutto il mondo. Più dell’80 % delle piste di ghiaccio conosciute in California utilizza il refrigerante ammoniaca. Anche l’utilizzo della CO2, con un GWP di 1, sta aumentando. Negli ultimi 10 anni, in Nord America sono stati installati oltre 75 piste di pattinaggio raffreddate a CO2. I sistemi ad ammoniaca o CO2 per le piste di ghiaccio hanno un costo iniziale che è spesso paragonabile ai sistemi che utilizzano alternative HFC e offrono benefici energetici che riducono ulteriormente il costo totale di proprietà. Questi due refrigeranti hanno un GWP trascurabile quindi sono ideali per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2

Nello Stato della California vi è dunque ampia esperienza nell’uso dei refrigeranti a bassissimo GWP per il raffreddamento delle piste di pattinaggio e, vista la diffusione, è lecito pensare che le esperienze raccolte siano positive.

Stupisce, dunque, la decisione di CARB – California Air Resources Board – di porre come limite un valore di GWP di 750 per i refrigeranti a utilizzare nelle piste di pattinaggio quando questo limite potrebbe tranquillamente essere posto a 150.

Per questo motivo la ong ambientalista EIA (ufficio di New York) e l’associazione statunitense IIAR – International Institute of Ammonia Refrigeration –  hanno inviato una lettera a CARB invitando a riflettere sia sulle conseguenze di questo innalzamento di limite, sia sulle reali necessità di farlo. La lettera è stata sottoscritta anche da numerose aziende e associazioni

Nella lettera si legge: “Le nostre organizzazioni condividono la preoccupazione che una soglia di 750 GWP per i nuovi sistemi di refrigerazione delle piste di pattinaggio di ghiaccio delineata nell’attuale normativa sugli HFC possa portare a un inutile spostamento di tali strutture dall’ utilizzare refrigeranti a zero impatto climatico a refrigeranti HFC con GWP superiori a 600 e una minore efficienza energetica. Ciò comporterebbe un aumento delle emissioni delle piste di ghiaccio e dei refrigeranti GWP più elevati per la durata di 25 anni delle nuove apparecchiature, rendendo più difficile raggiungere l’obiettivo di riduzione del 2030 HFC dello Stato e gli obiettivi netti di emissioni zero. Siamo pertanto fortemente favorevoli ad una revisione del regolamento sugli HFC proposto per ridurre il divieto di GWP da 750 a meno di 150 per i nuovi sistemi di refrigerazione nelle piste di ghiaccio nuove ed esistenti. Ciò è coerente con il trattamento proposto dal regolamento HFC di altri tipi di sistemi di refrigerazione stazionaria in cui sono già ampiamente utilizzate alternative con GWP <150. Le politiche della California come leader del clima sulla riduzione delle emissioni di HFC rivestono grande importanza per stabilire precedenti in tutti gli Stati Uniti e in tutto il mondo. Questa proposta di regolamento segna il primo nel suo genere a livello mondiale che mira specificamente ad una soglia GWP per i refrigeranti nei sistemi di refrigerazione delle piste di pattinaggio e in quanto tale invierebbe un segnale forte sulla direzione del mercato globale delle piste di ghiaccio».

QUI il testo integrale della lettera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here