Nuove tecnologie di condizionamento all’orizzonte

Credits: Barocal Ltd

I ricercatori del Dipartimento di Scienze dei Materiali e Metallurgia dell’Università di Cambridge, nel Regno Unito, stanno sviluppando una tecnologia di raffreddamento a stato solido per risolvere la sfida del raffreddamento.

Questa tecnologia, diversa dalla compressione di vapore, è nota come tecnologia di raffreddamento barocalorico e potrebbe potenzialmente trasformare la tecnologia di condizionamento dell’aria e renderla più rispettosa del clima.

Invece di utilizzare gas refrigeranti ad alto potenziale di riscaldamento globale (GWP) come HFC o HCFC, comuni alla tecnologia di compressione del vapore, questa tecnologia di raffreddamento sfrutta le proprietà di materiali solidi organici cosidetti “cristalli plastici” per fornire raffreddamento. Applicando pressione a questi cristalli solidi, è possibile cambiare il loro orientamento molecolare, il che si traduce in una transizione di fase a stato solido, causando così un cambiamento nella loro entropia che porta a un cambiamento di temperatura del sistema.

Il processo di “applicazione e rilascio continuo di pressione” sul materiale barocalorico si traduce in cambiamenti di fase nei cristalli che si traducono in grandi cambiamenti termici dovuti alla riconfigurazione molecolare. Questo produce un effetto di raffreddamento che può essere trasferito sia all’aria sia all’acqua refrigerata per produrre raffreddamento.

Questi cristalli di plastica sono materiali ampiamente disponibili e sono a basso costo e non tossici. La ricerca mostra che il comportamento termodinamico di questi materiali a cristalli plastici è molto simile ai refrigeranti di uso comune, ma essi hanno il potenziale di creare un fenomeno di raffreddamento sostenibile e alternativo alla tecnologia di compressione del vapore senza impatto sul clima

Maggiori informazioni QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here