Chequers Capital acquisisce il 100% di MTA dalle famiglie fondatrici

Chequers Capital, per conto di Chequers Crescita Italia 1, è lieta di annunciare l’acquisizione, assieme al Management Team della società, di M.T.A. S.p.A. (MTA), società leader nel mercato Heating, Ventilation, Air Conditioning, Refrigeration (HVAC&R) e Compressed Air & Gas Treatment, per un’ampia varietà di applicazioni.

Fondata nel 1982 con sede a Padova, MTA opera mediante tre stabilimenti produttivi strategicamente posizionati nel Distretto Veneto del Condizionamento e della Refrigerazione Industriale. I prodotti di MTA vantano una eccellente reputazione per qualità ed affidabilità nel tempo, disponibilità di personalizzazione e per essere tecnologicamente all’avanguardia. Con oltre 30 gamme di prodotti nel proprio portafoglio, MTA è in grado di soddisfare le necessità dei clienti e supportarli nello sviluppo dei loro processi.

Nel corso della sua storia, MTA ha sviluppato una importante presenza commerciale a livello mondiale in oltre 80 Paesi. Ad oggi, attraverso le sue filiali commerciali, la società ha una presenza diretta in Italia, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti, Australia e Romania ed ha inoltre sviluppato e consolidato significative relazioni con distributori chiave su scala globale. Nel 2018, MTA ha generato €83,2M di ricavi, di cui circa l’80% al di fuori dell’Italia.

Philippe Guérin, Managing Director di Chequers Capital, ha commentato: «Siamo molto orgogliosi di poter affiancare un’eccellenza imprenditoriale come MTA nel suo percorso di crescita. Riteniamo che la società, con il nostro supporto, saprà rafforzare la propria presenza nei mercati internazionali mantenendo la vocazione all’innovazione sia nei segmenti già coperti quanto nello sviluppo di nuovi prodotti»

Il nuovo CEO di MTA, Marco Motton ha commentato: «Grazie alle sue competenze, all’esperienza e al profilo internazionale, Chequers Capital rappresenta il partner strategico ideale per supportare il Team di MTA nello sviluppo e nel cogliere potenziali opportunità di espansione. Ci aspettiamo una ulteriore affermazione nei mercati di riferimento nella prossima fase di crescita che ci porterà ad essere sempre più il partner ideale per i nostri clienti».

Consulenti:

Chequers Capital è stata assistita nell’operazione da: Banca Akros (advisor M&A), NCTM (advisor legale), Goetzpartners e ForStrategies (strategic due diligence) e Ernst and Young (financial due diligence).

MTA è stata assistita nell’operazione da: Jefferies (advisor M&A), Livio Minca / RACTEC e Martina Gorza (strategic advisors), Chiomenti (advisor legale) e Deloitte (financial due diligence).

La reazione del sindacato FIOM Padova

«L’acquisizione non è una sorpresa, sono anni che i proprietari stavano cercando di vendere l’azienda, anche se i lavoratori non sono mai stati informati appieno di tali progetti.  Nel 2017 è fallita l’acquisizione da parte di Bosch per motivi mai chiariti e ora la vendita si è concretizzata in quest’acquisizione da parte di un gruppo finanziario francese. Con la nuova proprietà di certo cambia l’approccio che passa da industriale a finanziario e come Fiom seguiremo tutta la vicenda per capire quale sarà il piano industriale per lo sviluppo dei 3 siti del padovano (Conselve, Tribano e Bagnoli di sopra) e gli eventuali progetti occupazionali. Dal cambio di proprietà ci aspettiamo un’inversione di tendenza per quanto riguarda le relazioni con le organizzazioni sindacali, fino ad oggi non garantite a tutte le OO.SS. con conseguenti problematiche non ancora del tutto risolte» ha dichiarato Michele Iandiorio della segreteria della Fiom di Padova.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here