World Ozone Day – Giornata mondiale per l’Ozono

Il 16 settembre si celebra ogni anno il World Ozone Day, la Giornata Mondiale per l’Ozono, in teoria del 16 settembre 1987, quando fu firmato il Protocollo di Montreal. La Giornata mondiale dell’Ozono si celebra dal 1994 ed è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. La giornata ha principalmente lo scopo di diffondere la consapevolezza dell’esaurimento dello strato di ozono e cercare soluzioni per preservarlo.

In occasione della giornata di quest’anno, il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha inviato il seguente messaggio:

La prossima settimana, il mondo si riunirà presso la sede delle Nazioni Unite a New York per il Climate Action Summit, vertice che mira a generare un incremento delle ambizioni globali nell’affrontare il tema dell’emergenza climatica. Con un altro anno record in termini di ondate di calore, violenti uragani, perturbazioni climatiche, non abbiamo altra scelta che agire ora prima che sia troppo tardi. Mentre ci prepariamo per questo incontro cruciale, dovremmo ricordare che il protocollo di Montreal è sia un esempio ispiratore di come l’umanità sia in grado di cooperare per affrontare una sfida globale, sia uno strumento chiave per affrontare la crisi climatica di oggi.

Nel contesto questo trattato internazionale, le Nazioni hanno lavorato per 32 anni per ridurre l’uso di sostanze chimiche che riducono lo strato di ozono, utilizzate in gran parte dall’industria del raffreddamento. Di conseguenza, lo strato di ozono che ci protegge dalle dannose radiazioni ultraviolette del sole sta ritornando a livelli normali.

Il Protocollo di Montreal può fornire un risultato altrettanto significativo sui cambiamenti climatici attraverso il suo Emendamento di Kigali, destinato agli idrofluorocarburi (HFC), potenti gas a effetto serra ancora utilizzati nei sistemi di raffreddamento. La loro eliminazione potrebbe ridurre il riscaldamento globale fino a 0,4°C in questo secolo. Poiché l’industria riprogetta gli apparecchi per sostituire gli HFC, è anche essenziale aumentare la loro efficienza energetica per ridurre ulteriormente il loro impatto sul clima.

Il protocollo di Montreal è stato un tale successo grazie al supporto unanime globale. Un elogio va alle 81 nazioni che hanno ratificato l’emendamento Kigali e incoraggiano tutti gli altri a seguire l’esempio.

Poiché concentriamo giustamente le nostre energie sulla lotta ai cambiamenti climatici, dobbiamo stare attenti a non trascurare lo strato di ozono e stare attenti alla minaccia rappresentata dall’uso illegale di gas che riducono lo strato di ozono. Il recente rilevamento delle emissioni di uno di questi gas, CFC-11, ci ricorda che dobbiamo continuare con i sistemi di monitoraggio e comunicazione e miglioramento delle normative e dell’applicazione.

L’attuazione dell’emendamento di Kigali sarà al centro dell’azione per il clima. Abbiamo bisogno che tutti i paesi sviluppino piani d’azione nazionali per il raffreddamento, per offrire un raffreddamento efficiente e sostenibile e fornire servizi essenziali alla vita come la conservazione di vaccini e alimenti sicuri per tutte le persone. Noi stiamo chiedendo azioni concrete e rafforzate da parte dell’industria. La leadership di aziende globali è essenziale per trasformare tale visione in realtà.

Uno strato di ozono e un clima sani sono essenziali per soddisfare tutto gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il protocollo di Montreal continua a proteggere sia le persone che il pianeta. Facciamo che questa giornata internazionale per la conservazione dello strato d’ozono possa essere d’ispirazione per una maggiore ambizione nel raffreddamento, al vertice dell’azione per il clima e oltre“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here