Carrier Transicold equipaggia il primo veicolo elettrico al 100% gestito da Pro à Pro

Pro à Pro, una consociata del Gruppo Métro, fornitore leader nel settore della ristorazione, ha scelto l’unità di refrigerazione “engineless” Iceland 8 di Carrier Transicold per equipaggiare il suo primo veicolo 100% elettrico. Carrier Transicold fa parte di Carrier Global Corporation (NYSE: CARR), il principale fornitore globale di soluzioni per l’edilizia e la catena del freddo sane, sicure, sostenibili e intelligenti.

Pro à Pro ha recentemente acquistato un nuovo camion completamente elettrico da 16 tonnellate, il primo del suo genere nella sua flotta. Progettato da Renault Trucks, con carrozzeria Sainte-Marie, questo veicolo sottolinea l’impegno di Pro à Pro per ridurre il proprio impatto ambientale e soddisfare i futuri standard di traffico nei centri urbani.

«All’inizio del progetto, abbiamo scelto Carrier Transicold perché aveva le soluzioni tecnologiche per soddisfare le nostre precise esigenze, vale a dire trasportare merci a tre diversi livelli di temperatura – per prodotti secchi, freschi e congelati, con una temperatura minima di -22 C – riducendo a zero le nostre emissioni di anidride carbonica (CO2) e rumore, quando consegniamo la mattina presto nei centri urbani» ha affermato Thierry Demenois, Direttore della catena di approvvigionamento di Pro à Pro.

L’Iceland 8 fa parte della gamma di refrigerazione per camion/rimorchi Carrier Transicold. L’unità è collegata alla batteria del veicolo tramite il sistema di gestione dell’energia del vettore, che converte la corrente continua prodotta e immagazzinata dal camion durante la marcia nella corrente alternata necessaria per far funzionare l’unità di refrigerazione. L’unità Iceland 8 è dotata di un compressore scroll ermeticamente sigillato con solo due parti meccaniche in movimento, garantendo così una compressione continua del refrigerante e riducendo al minimo il rischio di perdite (circa 1% all’anno). Inoltre, il sistema di sbrinamento e riscaldamento è gestito da una resistenza elettrica, semplificando l’impianto e aumentandone l’affidabilità.

Soluzioni efficienti dal punto di vista energetico come Iceland 8 supportano l’obiettivo di Carrier di ridurre l’impronta di carbonio dei propri clienti di un gigaton, parte dei suoi obiettivi ambientali, sociali e di governance 2030. L’unità è efficiente dal punto di vista energetico, silenziosa ed ecosostenibile.

«Questo primo camion 100% elettrico è un perfetto esempio della capacità delle due aziende di innovare per fornire soluzioni che affrontino le sfide dei trasporti del future» ha affermato Jean-Pascal Vielfaure, Direttore di Carrier Transicold per l’Europa meridionale. Il veicolo è in funzione nell’area di Montauban da marzo e sarà testato sia a Tolosa che a Perpignan.

Le unità Iceland sono una delle soluzioni offerte dal programma Carrier per la catena del freddo sana, sicura e sostenibile per preservare e proteggere la fornitura di cibo, medicine e vaccini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here