Eurovent – risultati preliminari dello studio di revisione F-Gas: scenari modellati non realistici

La Commissione Europea e Öko-Recherche hanno recentemente presentato i risultati preliminari dello studio di revisione F-Gas. Lo studio modella in particolare il grado in cui i gas fluorurati potrebbero essere sostituiti nelle apparecchiature RACHP fino al 2050. Eurovent considera gli scenari di sostituzione non realistici e ha espresso scetticismo sulle ipotesi di modellazione utilizzate dal consulente dello studio.

Lo studio prevede in particolare che gli idrocarburi potrebbero essere utilizzati fino al 90% in piccole pompe di calore a partire dal 2025 e in tutti i grandi condizionatori d’aria split e VRF a partire dal 2030. I dati Eurovent sull’attuale penetrazione nel mercato dei refrigeranti non fluorurati mostrano che questa modellazione è completamente irrealistica, sollevando domande sui presupposti che la sostengono.

Inoltre, secondo Eurovent, il consulente dello studio sembra non aver considerato le barriere normative e di standardizzazione che impediscono ancora in modo significativo l’uso di refrigeranti infiammabili negli impianti di riscaldamento e condizionamento in molti paesi dell’UE, a differenza del settore della refrigerazione commerciale in cui tali restrizioni sono già state allentate.

Secondo Eurovent, questi risultati preliminari sono preoccupanti perché lo studio di revisione costituirebbe la base per potenziali modifiche al regolamento sui gas fluorurati, che secondo Eurovent potrebbe comportare requisiti irrealizzabili.

Francesco Scuderi, Vice Segretario Generale di Eurovent: «Facilitare la transizione a refrigeranti a basso GWP è una delle principali ambizioni di Eurovent e, in questo contesto, siamo sempre stati grandi sostenitori del regolamento F-Gas. Nella revisione in corso abbiamo lavorato a stretto contatto con la Commissione europea e i consulenti dello studio per vedere come migliorare ulteriormente l’attuale quadro. Detto questo, siamo perplessi dai risultati preliminari dello studio di revisione. Fatta eccezione per il settore della refrigerazione commerciale, dove i refrigeranti non fluorurati rappresentano già una preponderanza di nuovi prodotti introdotti sul mercato, non vediamo alcun percorso realistico dalla situazione attuale alle pietre miliari della sostituzione che sono state evocate dai modelli. Lo studio mette la competitività globale del nostro settore su basi traballanti, che sarebbe una grande vittoria per i combustibili fossili».

Eurovent ha presentato le sue preoccupazioni alla Commissione europea e ai consulenti dello studio e sta lavorando con le associazioni partner per mobilitare una risposta comune del settore. Si prevede che la Commissione europea pubblichi la sua proposta di regolamento sui gas fluorurati modificata ancora nel 2021, a cui seguirà un forum di consultazione sui gas fluorurati che si riunirà 6 settimane dopo.

QUI il Position Paper completo di Eurovent

La tabella riporta le vendite del 2020 di chiller nella UE 27 secondo i dati di Eurovent Market Intelligence. Differenzia i chiller per tipo di compressore e refrigerante usato, sia per la modalità freddo che freddo+caldo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here