Germania: proposte per ridurre ulteriormente gli HFC

Gli idrofluorocarburi (HFC) sono la frazione dominante dei gas fluorurati a effetto serra, noti anche come F-gas. Le emissioni di HFC nell’Unione europea (UE) ammontavano a 112 milioni di tonnellate di ⁠CO2⁠ equivalente (Mt CO2eq.) nel 2018. Ciò equivale al 2,2% delle emissioni totali di gas a effetto serra dell’UE. Le principali fonti di emissioni di HFC sono gli impianti e gli apparecchi di refrigerazione e condizionamento dell’aria.

A seguito di una proposta della Commissione europea, gli Stati membri dell’UE e il parlamento dell’UE hanno recentemente deciso di aumentare l’obiettivo per il 2030 dal 40% al 55% di riduzione delle emissioni di gas serra rispetto al livello del 1990. Questo notevole aumento dell’ambizione climatica di oltre un terzo deve riflettersi anche nel processo di revisione del regolamento sui gas fluorurati, a prescindere dai risultati già ottenuti per ridurre le emissioni di gas fluorurati.

In occasione della revisione del regolamento sui gas fluorurati, UBA Umweltbundesamt- l’Agenzia tedesca per l’ambiente propone l’accelerazione dello scenario di riduzione graduale, con conseguenti passi di riduzione più ampi dal 2024 in poi e un livello finale del 10% del riferimento entro il 2030 rispetto al 21% secondo il programma corrente.

Inoltre, per supportare tale riduzione graduale degli HFC, UBA si appella alla Commissione Europea affinché imponga ulteriori divieti all’immissione sul mercato di nuove apparecchiature HFC come:

  • Divieto di condizionatori d’aria monosplit che utilizzano refrigeranti con GWP ≥ 150 dal 1 ° gennaio 2025 in poi
  • Divieto di apparecchiature di refrigerazione fisse che utilizzano refrigeranti con GWP ≥ 150
  • Divieto di pompe di calore che utilizzano refrigeranti con GWP ≥ 150.

Prese insieme, queste misure eviterebbero più di 100 Mt CO2eq. del consumo di HFC in Europa entro il 2030, tenendo presente che la maggior parte dei gas diventano emissioni durante e dopo il loro utilizzo negli impianti e negli apparecchi di refrigerazione e condizionamento dell’aria, nonché in altre apparecchiature contenenti HFC. Pertanto, con le modifiche suggerite implementate oggi, saranno risparmiate quantità significative di emissioni di HFC a medio e lungo termine, il che a sua volta avrà un impatto positivo sugli obiettivi climatici dell’UE.

Il documento di UBA è liberamente disponibile QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here