California: 1 milione di dollari per la refrigerazione sostenibile

Con un programma di investimenti di un milione di dollari il California Air Resources Board (CARB) sosterrà nuove e innovative apparecchiature di refrigerazione in 14 negozi di alimentari e due retrofit della Bay Area a San Diego, con un focus sui negozi situati in comunità a basso reddito e svantaggiate.

I sistemi di refrigerazione dei supermercati e dei grandi negozi di alimentari possono perdere fino al 25% della carica di refrigerante ogni anno. Questi refrigeranti sono potenti gas a effetto serra, che intrappolano fino a 4.000 volte più calore nell’atmosfera rispetto all’anidride carbonica. Le prime sovvenzioni del programma FRIP (F-gas Reduction Incentive Program) copriranno una parte del costo per installare nuovi sistemi commerciali o per fare il retrofit di sistemi esistenti con impianti a refrigeranti con GWP inferiore, introducendo nuove tecnologie di refrigerazione, comprese alcune innovazioni rispettose del clima ancora poco diffuse.

«Queste sovvenzioni sostengono soluzioni che ridurranno in modo significativo l’inquinamento climatico con un focus sulle comunità a basso reddito e svantaggiate maggiormente colpite dal cambiamento climatico» ha affermato Richard Corey, Direttore esecutivo di CARB.

«Fornire incentivi statali al settore privato aiuta anche ad accelerare il passaggio a soluzioni di refrigerazione rispettose del clima in tutto il settore, soprattutto nei generi alimentari e nei supermercati». Il finanziamento per FRIP proviene dal programma California Climate Investments, un’iniziativa a livello statale che investe miliardi di dollari per ridurre le emissioni di gas serra, rafforzare l’economia e migliorare la salute pubblica e l’ambiente, in particolare nelle comunità svantaggiate. Il 50% dei progetti FRIP sarà localizzato in comunità a basso reddito e svantaggiate. «Gli innegabili effetti del cambiamento climatico si stanno aggiungendo al nostro già stressato sistema sanitario e all’economia in difficoltà, e questi investimenti innovativi esemplificano come possiamo promuovere reciprocamente le tecnologie pulite e rafforzare le nostre attività» ha affermato il commissario per le assicurazioni Ricardo Lara, autore del Senate Bill 1013 che istituisce il programma di sovvenzioni quando era membro della Legislatura della California nel 2018.

«La California ancora una volta sta aprendo la strada con strategie pro-clima e pro-business. Gli investimenti odierni in sistemi di raffreddamento sostenibili ripagheranno per decenni in minori emissioni di superinquinanti». SB 1013, noto anche come California Cooling Act, ha autorizzato il programma FRIP a far fronte a costi iniziali più elevati per la conversione a sistemi e soluzioni di refrigerazione più rispettosi del clima e ad affrontare una mancanza generale di familiarità nel settore con le nuove tecnologie disponibili in commercio. Le sovvenzioni FRIP sostengono le aziende che rientrano nel programma di gestione del refrigerante della California.

I sistemi di grandi dimensioni devono registrarsi al programma e riportare annualmente la quantità di refrigerante utilizzato. Il programma fornisce anche una guida per individuare e riparare le perdite e le migliori pratiche per i proprietari delle strutture.

I sistemi di refrigerazione dei supermercati e dei grandi negozi di alimentari hanno in genere ampie reti di tubi e connessioni, che rendono difficile e costoso individuare e riparare le perdite. L’installazione di nuove tecnologie e refrigeranti con un potenziale di riscaldamento globale inferiore riduce notevolmente l’impatto di queste perdite sul cambiamento climatico.

Un sistema di refrigerazione per un negozio di alimentari può costare fino a diverse centinaia di migliaia di dollari. Il primo round di incentivi FRIP aiuta a coprire i maggiori costi incrementali nei supermercati di nuova costruzione ed esistenti e va da circa $ 34.000 a $ 150.000 e include retrofit e sistemi completamente nuovi. Le aziende forniranno formazione ai tecnici dell’assistenza per acquisire familiarità con le nuove tecnologie e migliorare lo sviluppo della forza lavoro nel settore. Le sovvenzioni supportano la nuova tecnologia che si trova oggi in meno dell’1% dei negozi a livello nazionale e alcune che sono state utilizzate fino ad oggi solo in un numero limitato di località negli Stati Uniti. I vincitori della borsa di studio di quest’anno includono piccoli generi alimentari e grandi catene di negozi.

Maggiori informazioni QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here