Renewables 2020 : i fossili annaspano, le rinnovabili volano. L’ultimo rapporto IEA

L’energia rinnovabile è in forte crescita in tutto il mondo quest’anno, in contrasto con il forte calo innescato dalla crisi del Covid-19 in molte altre parti del settore energetico come petrolio, gas e carbone: è quanto afferma il rapporto  Renewables 2020 dell’Agenzia internazionale per l’energia IEA pubblicato da poco.

Spinte dalla Cina e dagli Stati Uniti, le nuove aggiunte di capacità di energia rinnovabile in tutto il mondo aumenteranno fino a un livello record di quasi 200 gigawatt quest’anno, secondo le previsioni. Questo aumento – che rappresenta quasi il 90% dell’espansione totale della capacità energetica complessiva a livello globale – è guidato dall’eolico, dall’energia idroelettrica e dal fotovoltaico. Le aggiunte dall’eolico e dal solare aumenteranno del 30% sia negli Stati Uniti che in Cina, poiché lì ci si sta affrettando a trarre vantaggio dagli incentivi in ​​scadenza.

Sta per arrivare una crescita ancora più forte.

Secondo il rapporto, l’India e l’Unione europea saranno le forze trainanti verso un’espansione record delle aggiunte di capacità rinnovabile globale di quasi il 10% l’anno prossimo, la crescita più rapida dal 2015. Questo è il risultato della messa in servizio di progetti precedenti in cui la costruzione e le catene di approvvigionamento sono state interrotte dalla pandemia e la crescita in mercati in cui la pipeline del progetto pre-Covid era robusta. L’India dovrebbe essere il maggior contributore alla ripresa delle energie rinnovabili nel 2021, con le aggiunte annuali del paese che raddoppieranno dal 2020.

«L’energia rinnovabile sta sfidando le difficoltà causate dalla pandemia, mostrando una crescita robusta mentre altri combustibili annaspano» ha affermato il dott. Fatih Birol, direttore esecutivo dell’EIA. «La resilienza e le prospettive positive del settore si riflettono chiaramente nel continuo forte appetito da parte degli investitori e il futuro sembra ancora più luminoso con nuove capacità aggiunte in corso per stabilire nuovi record quest’anno e il prossimo».

Nei primi 10 mesi del 2020, Cina, India e Unione Europea hanno incrementato del 15% in tutto il mondo la capacità di energia rinnovabile messa all’asta rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, un nuovo record che mostra aspettative di forte domanda di energie rinnovabili nel medio e lungo termine. Allo stesso tempo, le azioni dei produttori di apparecchiature rinnovabili quotate in borsa e degli sviluppatori di progetti hanno portato ottimi risultati nella maggior parte dei principali indici di borsa e il settore energetico in generale.

A ottobre, il valore delle azioni delle società di fotovoltaico in tutto il mondo era più che raddoppiato da dicembre 2019. Tuttavia, i responsabili politici devono ancora prendere provvedimenti per sostenere il forte slancio delle energie rinnovabili. Nella previsione principale del rapporto IEA, la scadenza degli incentivi nei mercati chiave e le incertezze che ne derivano portano a un piccolo calo delle aggiunte di capacità rinnovabili nel 2022.

Ma se i paesi affrontano queste incertezze politiche nel tempo, il rapporto stima che le aggiunte globali di solare fotovoltaico ed eolico ciascuno potrebbe aumentare di un ulteriore 25% nel 2022. I fattori critici che influenzano il ritmo di implementazione saranno le decisioni politiche in mercati chiave come la Cina e un supporto efficace per il solare fotovoltaico sui tetti, che è stato influenzato dalla crisi poiché le famiglie e le imprese hanno ridefinito la priorità degli investimenti. In condizioni politiche favorevoli, le aggiunte annuali del solare fotovoltaico potrebbero raggiungere un livello record di 150 gigawatt (GW) entro il 2022, un aumento di quasi il 40% in soli tre anni.

«Le energie rinnovabili sono resistenti alla crisi Covid ma non alle incertezze politiche» ha affermato il dott. Birol. «I governi possono affrontare questi problemi per favorire una ripresa sostenibile e accelerare le transizioni verso l’energia pulita. Negli Stati Uniti, ad esempio, se le politiche proposte per l’elettricità pulita della prossima amministrazione statunitense fossero attuate, esse potrebbero portare a un dispiegamento molto più rapido del solare fotovoltaico e dell’eolico, contribuendo a una più rapida decarbonizzazione del settore energetico».

L’elettricità generata dalle tecnologie rinnovabili aumenterà del 7% a livello globale nel 2020, sostenuta dalle nuove aggiunte di capacità record, stima il rapporto. Questa crescita arriva nonostante un calo annuo del 5% della domanda globale di energia, il più grande dalla seconda guerra mondiale. Tuttavia, le energie rinnovabili al di fuori del settore elettrico stanno subendo gli impatti della crisi Covid. I biocarburanti utilizzati nei trasporti dovrebbero subire il loro primo declino annuale in due decenni, spinto dal calo più ampio della domanda di carburante per i trasporti quest’anno e dai prezzi più bassi dei combustibili fossili che riducono l’attrattiva economica dei biocarburanti. Anche la domanda di bioenergia nell’industria sta diminuendo a causa del calo più ampio dell’attività economica. Il risultato netto di questi cali e della crescita dell’energia rinnovabile è un aumento complessivo previsto dell’1% della domanda globale di energia rinnovabile nel 2020. I combustibili rinnovabili per i trasporti e l’industria sono un settore che necessita particolarmente di un potenziale sostegno politico, poiché il settore è stato duramente colpito dallo shock della domanda causato dalla crisi.

Si può e si deve fare di più per sostenere la diffusione e l’innovazione nella bioenergia per fornire combustibili sostenibili per quei settori. Le prospettive del rapporto per i prossimi cinque anni vedono riduzioni dei costi e un sostegno politico sostenuto che continuano a guidare una forte crescita nelle tecnologie di energia rinnovabile.

La capacità totale eolica e solare fotovoltaica supererà il gas naturale nel 2023 e il carbone nel 2024. Spinti dal rapido calo dei costi, le aggiunte annuali eoliche offshore dovrebbero aumentare, rappresentando un quinto del mercato eolico totale nel 2025. la capacità porterà la quantità di elettricità rinnovabile prodotta a livello globale a nuovi livelli.

«Nel 2025, le energie rinnovabili diventeranno la più grande fonte di generazione di elettricità a livello mondiale, ponendo fine ai cinquant’anni di carbone come principale fornitore di energia» ha affermato il dott. Birol. «A quel punto, si prevede che le energie rinnovabili forniranno un terzo dell’elettricità mondiale e la loro capacità totale sarà il doppio dell’intera capacità energetica della Cina di oggi».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here