A prova di futuro e ridondanti – ma comunque convenienti

Reisner ha fornito l’intero impianto frigorifero e i relativi accessori in un container di dodici metri. In primo piano: due compressori a pistoni BITZER, ciascuno con una potenza frigorifera di 96 kW.

L’arresto della produzione è il temutissimo scenario peggiore per tutti i settori, compreso quello della lavorazione delle materie plastiche. La sicurezza della produzione è stata pertanto uno degli aspetti più importanti al momento della costruzione del nuovo sito produttivo da parte della WOCO Eisenacher Kunststofftechnik GmbH. Una particolare attenzione è stata dedicata al problema della tecnologia dell’applicazione frigorifera. Ecco perché l’azienda si è affidata a un impianto frigorifero della Reisner Cooling Solutions GmbH, che funziona in modo conveniente, pur fornendo tutta la ridondanza necessaria.

All’inizio di gennaio del 2019, alla WOCO Eisenacher Kunststofftechnik GmbH, era giunto il momento di apportare delle novità: il produttore di materie plastiche ha iniziato gradualmente ad affittare numerosi capannoni di produzione e a equipaggiarli con delle macchine per lo stampaggio a iniezione. L’azienda, da allora, produce presso queste sedi una vasta gamma di componenti automobilistici, dalle coperture per le carrozzerie ai componenti per le biciclette elettriche. Questi nuovi capannoni hanno posto delle nuove sfide anche in termini di tecnologia dell’applicazione frigorifera: l’impianto doveva essere in grado di affrontare la flessibilità necessaria per la crescita pianificata, mentre la sua versione doveva assicurare che l’impegnativo livello di produzione fosse garantito in qualsiasi momento.

Decenni di cooperazione e fiducia


Martin Stützer
è il direttore commerciale dell’azienda e lavora alla WOCO dal 2007. Il dirigente conosce ogni dettaglio della produzione e della fornitura dell’applicazione frigorifera. «Abbiamo lavorato in precedenza con gli impianti Reisner presso la nostra sede precedente e abbiamo integrato e ampliato questi impianti nel corso dei decenni. Reisner si prende cura anche dell’impianto frigorifero dal punto di vista della manutenzione e sa quello di cui abbiamo bisogno. Pertanto, sapevamo benissimo a chi rivolgerci per il processo di progettazione» spiega. Per la fase di espansione attuale, quattro macchine per lo stampaggio a iniezione, ciascuna delle quali con una forza di serraggio di 1.000 tonnellate, sono in funzione presso la nuova sede. Non appena la produzione sarà completata, otto grandi macchine da 1.000 tonnellate e numerose altre macchine da 150 a 200 tonnellate saranno messe in funzione. Questa fase di sviluppo, tuttavia, si concluderà non prima del 2022.

Pertanto, Reisner ha dovuto progettare la tecnologia dell’applicazione frigorifera ricercando l’equilibrio tra le prestazioni a prova di futuro e il sovradimensionamento. WOCO Eisenacher Kunststofftechnik GmbH e Reisner hanno sviluppato il concetto congiuntamente durante la fase di offerta. Reisner ha adattato la versione diverse volte, fornendo dei consigli dettagliati per ciascuna fase. Tutto questo si è rivelato enormemente utile per Stützer e per la squadra: «Reisner ha dimostrato di comprendere molto bene la nostra situazione e ha contribuito con delle idee creative. Il nostro referente, il sales manager Günter Sareyko, ci ha dimostrato chiaramente quali sarebbero state le conseguenze di ciascuna singola decisione. Questo ci ha consentito di essere bene informati e di prendere delle decisioni fondate».

I compressori BITZER forniscono la massima qualità

Grazie ai ventilatori EC, i condensatori funzionano in modo molto silenzioso

La sicurezza di funzionamento è sempre stata una priorità fondamentale per la WOCO; dopotutto, la massima disponibilità è essenziale nell’industria automobilistica. Il rischio di un’interruzione completa deve essere prossimo allo zero – se un componente di un impianto dovesse comunque guastarsi, almeno il 60 percento della produzione dovrebbe poter proseguire. Questo requisito è stato un argomento ricorrente e ha caratterizzato l’intero concetto. Reisner ha usato un doppio impianto con due compressori di alta qualità, ciascuno con una potenza frigorifera di 96 kW: due compressore a pistoni BITZER ECOLINE 6FE-44Y regolati in base alla capacità funzionano quali parti di circuiti frigoriferi separati, ciascuno con il proprio mantello BITZER DH1-193/STD, con il proprio evaporatore a tubi e con i propri condensatori. Un raffreddatore a secco è impiegato per l’alleggerimento invernale. Il risultato di questa tecnologia sofisticata: «La posa delle tubazioni nel capannone è stata molto complessa» spiega Stützer. «Il nostro requisito era che gli impianti fossero in grado di approvvigionare la maggior parte della produzione indipendentemente l’uno dall’altro. Pertanto, abbiamo avuto bisogno di più tubi, più valvole e più valvole a farfalle rispetto a quanto sarebbe stato necessario per una soluzione singola». Reisner ha progettato tutto su misura e ha fornito l’intero impianto frigorifero e i relativi accessori in un container di dodici metri.

Refrigerante R513A a basso GWP

L’impianto non dovrebbe essere solo a prova di guasto, ma dovrebbe anche funzionare in modo conveniente. Questo ha spinto gli esperti di Reisner a scegliere il refrigerante R513A: grazie alle sue eccellenti proprietà termodinamiche, assicura il funzionamento ottimale dell’impianto frigorifero pur mantenendo un basso GWP (potenziale di riscaldamento globale) di 631. Se le temperature esterne scendono, il circuito frigorifero trasferisce il proprio carico in misura crescente a un raffreddatore a secco auto-drenante, prima che questo subentrai completamente, risparmiando di conseguenza l’energia del compressore. I ventilatori EC sono installati sui condensatori, con dei motori che regolano continuamente la propria velocità di rotazione secondo le esigenze grazie all’elettronica di controllo integrata. Questo significa che hanno bisogno di meno energia rispetto ai ventilatori AC convenzionali a parità di volume d’aria e che funzionano in modo più silenzioso. Il concetto mantiene inoltre i costi di funzionamento estremamente bassi a lungo termine per quanto concerne l’impianto idraulico. Thomas Imenkämper, amministratore delegato di Reisner: «Grazie all’impianto idraulico, alla WOCO Eisenacher Kunststofftechnik GmbH possiamo lavorare con una temperatura di alimentazione relativamente alta. Questo significa che quest’area è completamente coperta in termini di raffreddamento libero. Un raffreddatore a secco funziona esclusivamente per l’impianto idraulico, mentre il dispositivo di alleggerimento invernale dell’impianto di raffreddamento degli utensili fornisce il supporto aggiuntivo, se necessario». Come riserva, Reisner ha integrato uno scambiatore a piastre nel flusso dell’impianto. Dell’acqua supplementare fluisce attraverso di esso in base alla necessità, in modo che il raffreddamento extra usi l’acqua solo quando è realmente necessaria in un dato momento. Reisner usa quindi il calore dal flusso di ritorno dell’impianto di raffreddamento idraulico per il riscaldamento del capannone attraverso l’impianto di recupero di calore – con effetti notevoli sui costi di gestone.

Un impianto frigorifero con una gamma completa di allestimento per il trattamento dell’acqua


Dato che l’acqua refrigerata pulita è un fattore di sicurezza importante per l’impianto frigorifero, Reisner ha installato due serbatoi d’acqua separati nel circuito idraulico e in quello degli utensili. In ogni serbatoio è installato un impianto filtrante nel ritorno del flusso principale, con cestelli di acciaio inossidabile e inserti filtranti realizzati in tessuto a maglia. Questi rimuovono i corpi solidi senza pressione o riflusso. Inoltre, le pompe di dosaggio trattano l’impianto regolarmente e precisamente come richiesto per proteggerlo dalla corrosione, dall’infestazione di alghe e dalla crescita microbica. A dispetto di tutti i dettagli elaborati in questo impianto, Reisner ha dovuto seguire una tabella di marcia serrata durante l’implementazione del progetto – dopo tutto, la consegna doveva avvenire entro sole 14 settimane dal ricevimento dell’ordine. Martin Stützer: «Reisner si è adattata alle nostre specifiche: avevamo fiducia nel fatto che l’implementazione sarebbe avvenuta come da programma. Ora abbiamo messo in funzione l’impianto nei tempi previsti». Dopo la messa in servizio, Reisner è tornata a eseguire la manutenzione regolare. «Nel nostro processo di produzione, ogni giorno è completamente diverso» prosegue Martin Stützer. «Nuove macchine, omologazioni di campioni, altri sviluppi – la nostra tecnologia dell’applicazione frigorifera deve essere in grado di stare al passo coi tempi. L’intenso supporto fornito attraverso il contratto di manutenzione ha il vantaggio aggiuntivo che Reisner è sempre aggiornata rispetto alle necessità. Questo significa che continueremo a espandere gli impianti in futuro, affidandoci completamente a essi».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here