Chillventa eSpecial, un successo anche in veste virtuale

La conferenza stampa post evento. Da sinistra verso destra: Bertold Brackemeier, ufficio stampa Chillventa; Petra Wolf, membro del consiglio di amministrazione di NürnbergMesse; Alexander Stein, Executive Director Chillventa; Dr. Rainer M Jacobs, coordinatore “supporting programme Chillventa”. (Cliccare per ingrandire)

Dal 13 al 15 ottobre Chillventa si è svolta in forma virtuale –  Chillventa eSpecial – accompagnata dal tradizionale Congresso, anch’esso in forma virtuale: 30 presentazioni tecniche, 75 presentazioni di prodotti, oltre 300 tavole rotonde tenute da 207 espositori e complessivamente oltre 6.800 partecipanti attivi da 113 paesi, che hanno coinvolto conversazioni al più alto livello professionale in oltre 100.000 messaggi istantanei e 1.200 videochiamate. Tutto ciò dimostra che l’industria del freddo aveva molto bisogno di un evento di questo tipo, affermano gli organizzatori. Tutto questo conferma anche l’internazionalità di Chillventa che anzi, in forma virtuale, si dimostra ancora di più come fiera internazionale: il 62% degli espositori e oltre il 70% dei visitatori proveniva dall’estero. Decisamente un successo e sull’onda dell’entusiasmo iniziano già i preparativi per le prossime tappe: il vertice europeo sulle pompe di calore è pianificato il 26 e 27 ottobre 2021 e la prossima Chillventa è prevista dall’11 al 13 ottobre 2022.

«Siamo davvero soddisfatti dell’affluenza dei visitatori Chillventa eSpecial! I primi riscontri positivi durante l’evento dimostrano che i settori della refrigerazione, dell’aria, della ventilazione e delle pompe di calore sono stati molto soddisfatti delle opportunità digitali offerte dalla Chillventa. Le opportunità di networking e di matchmaking e l’alto calibro delle presentazioni congressuali e delle presentazioni di prodotti degli espositori hanno meritato un elogio particolarmente elevato. L’impegno che l’industria ha dimostrato ci sta ora portando avanti mentre ci prepariamo per il Summit europeo sulle pompe di calore nel 2021 e Chillventa 2022, che saranno entrambi di nuovo al centro espositivo di Norimberga» ha affermato Petra Wolf, membro del consiglio di amministrazione di NürnbergMesse, riassumendo Chillventa eSpecial.

Chillventa CONGRESS: catena del freddo alimentare, centri di calcolo e altre tematiche attuali

Gli argomenti trattati al Chillventa CONGRESS hanno riguardato l’intero spettro dei recenti sviluppi relativi alla refrigerazione, alla tecnologia AC, alla ventilazione e alla pompa di calore provenienti dalla ricerca, dallo sviluppo e dalla vita reale, insieme all’attuale quadro politico. Il coronavirus è stato un tema importante che è stato affrontato in dettaglio in tutti i segmenti del settore sia al Chillventa CONGRESS che alle presentazioni durante la fiera.

Come elemento critico nell’alimentazione della popolazione mondiale, la catena del freddo alimentare è stata analizzata in profondità in una serie di presentazioni. In due presentazioni UNIDO è stato reso tangibile tramite alcuni numeri il ruolo del freddo nella sicurezza alimentare e di come sia necessario che alcuni paesi si dotino di una catena del freddo più efficiente per poter raggiungere gli obiettivi FAO Zero Hunger. Quindi le presentazioni hanno trattato del trasporto via mare e via terra tramite container e quali siano le sfide anche tecnologiche che oggi questa parte della catena deve affrontare. Tra i meriti di queste presentazioni: ampliare l’orizzonte del concetto di catena del freddo alimentare sottolineando come essa non inizi – come nell’immaginario di molti – al supermercato o poco prima, ma coinvolga anche trasporti su mare o per strada su lunghi percorsi, ciascuno con proprie caratteristiche e tecnologie.

Proprio la pandemia ha dimostrato quanto sia fondamentale potersi collegare costantemente alla rete, trasmettere dati, riceverli e salvarli. In altre parole: l’importanza dei centri di calcolo, uno dei settori in maggiore crescita in assoluto e quindi un elemento di crescita anche per il settore del condizionamento.

Una presentazione particolarmente informativa con fatti e cifre è stata dedicata all’idrogeno. Questa informazione obiettiva aiuta a visualizzare l’attualità che accompagna questo tema nella giusta luce: forse esso sarà una opzione per l’industria, sicuramente non per il consumo privato.

I refrigeranti, in particolare l’economia circolare, le importazioni illegali e i refrigeranti a basso GWP, sono stati descritti e discussi in modo approfondito nel tradizionale simposio Asercom-EPEE. Questo si è occupato della strategia europea del Green Deal e di come questa possa influenzare il settore del freddo; di revisione del Regolamento F-gas e delle possibili modifiche che ci si devono attendere; infine di traffico illegale di refrigeranti e di quali misure la Commissione voglia mettere in atto per fare fronte a questo problema. A questo proposito si è affermato che sicuramente sono necessarie misure legislative  – e queste arriveranno anche – ma come per altri settori, il problema del traffico illegale lo si combatte anche dal basso, tramite la presa di coscienza da parte di ogni operatore della propria responsabilità, dei danni che si portano al settore (e probabilmente anche a se stessi) accettando di partecipare a qualunque livello a questa economia sommersa.

Pompe di calore: tecnologia con grandi potenziali

Dr. Rainer M. Jacobs

Più di dieci presentazioni si sono occupate di pompe di calore, per le quali in futuro si prevede un sempre maggiore utilizzo nel riscaldamento e raffrescamento residenziale. «Le pompe di calore hanno anche applicazioni che riguardano il nostro quotidiano molto più di quanto possiamo immaginare – il Dr. Rainer M. Jacobs, coordinatore “supporting programme Chillventa” intervenuto alla Conferenza stampa post evento. Ad esempio nelle asciugatrici per biancheria. E non si sottovaluti questo settore perché di queste macchine se ne vendono nella sola Germania 150-180.000 unità. In confronto, per il riscaldamento si vendono 80-90.000 pezzi anno sempre in Germania. Inoltre, con il piano europeo di rinnovamento dei vecchi edifici, che costituiscono la maggior parte del patrimonio edilizio europeo, le pompe di calore hanno la possibilità di elettrificare il settore del riscaldamento/raffrescamento, utilizzando energia rinnovabile e contribuendo veramente alla decarbonizzazione del settore. Anche a queste tematiche è sotteso il tema del refrigerante idoneo.

Dal reale al virtuale: lessons learned

Su una cosa sembra regnare accordo: sarebbe stato più bello trovarsi di persona. Ma si deve anche riconoscere – come ha osservato Bernd Kaltenbrunner,  chairman eurammon, all’apertura dei lavori del simposio della Associazione a Chillventa eSpecial – che è stato bello potersi incontrare nonostante tutto.

Inoltre, come osserva il Dr. Rainer M. Jacobs, «possiamo affermare che alle presentazioni del Congresso abbiamo avuto più partecipanti di quanti ne avremmo avuti se la manifestazione fosse stata in presenza». Un dato sicuramente interessante che forse suggerisce la necessità di fare anche in futuro alcune manifestazioni in forma ibrida, sia in presenza sia in streaming.

E infine: «Questa forma di Chillventa è stata un grande sforzo per tutti, per gli organizzatori e per i partecipanti, molti dei quali non si erano mai confrontati prima con questa forma di comunicazione. Però lo hanno fatto e nella maggior parte dei casi con grande successo. Questo ha, secondo me, fatto fare un grosso passo avanti ad un settore che spesso viene indicato come conservativo e lento nel percepire novità» conclude Jacobs. Sarà interessante analizzare più da vicino l’identità di visitatori ed espositori per capire veramente come l’evento sia stato percepito dal settore, se in modo trasversale o meno, ma sono informazioni non ancora disponibili al momento della stesura di questo testo.

Save the date – European Heat Pump Summit 2021 e Chillventa 2022

Il prossimo traguardo è l’European Heat Pump Summit, un congresso per la comunità internazionale delle pompe di calore che si terrà a Norimberga dal 26 al 27 ottobre 2021. A questo evento, relatori rinomati incontreranno i decisori internazionali dell’industria, del commercio e della comunità di ricerca per discutere gli ultimi sviluppi del mercato, le questioni di ricerca e sviluppo e le tendenze nelle applicazioni delle pompe di calore. La prossima Chillventa regolare si svolgerà presso il centro espositivo di Norimberga dall’11 al 13 ottobre 2022.  «Dopo il successo della Chillventa eSpecial, siamo ora ottimisti sul futuro e stiamo avviando i preparativi per il Summit europeo sulle pompe di calore e la prossima Chillventa piena di energia. Non vediamo l’ora di accogliere presto la comunità a Norimberga» osserva Daniela Heinkel, Direttore Espositivo Chillventa di NürnbergMesse.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here