Auguri, Mr Thomson!

Lord Kelvin (Credits:Arthur Shuster & Arthur E. Shipley: Britain’s Heritage of Science. London, 1917. Copied from: A Temple of Worthies)

Perché la Giornata Mondiale della Refrigerazione cade proprio il 26 giugno? Perché in questo giorno cade l’anniversario della nascita di un certo William Thomson…

William Thomson nacque a Belfast (Irlanda) il 26 giugno 1824. Entrò giovanissimo all’Università di Glasgow e poi a Cambridge dove si dedicò sempre allo studio delle materie scientifiche legate alla fisica e ai sistemi matematici. Dopo un periodo trascorso a Parigi, tornò a Glasgow dove ottenne la cattedra di Filosofia naturale all’università, e li rimase fino alla pensione.

Nel 1866 gli venne riconosciuto il titolo di Barone di Kelvin di Largs (ebbene sí, Lord Kelvin!) per i suoi contributi alla scienza, in particolare a termodinamica ed elettromagnetismo, discipline nella quali ha formulato molti modelli e descritto molti fenomeni. A lungo ha cercato di sviluppare una personalissima teoria unificata di elettricità, magnetismo, luce, gravità, calore e fenomeni chimici. Tale tentativo è rimasto, tuttavia, irrealizzato, ma lo ha portato a interessanti approfondimenti matematici e fisici. Ciò per cui tutti oggi lo conosciamo è la scala assoluta di temperatura nota anche come scala Kelvin e da lui proposta nel 1848.

E a proposito del nome: il Kelvin è un fiume che scorre vicino a Glasgow e Largs è la cittadina in cui egli costrui la sua residenza.

Lord Kelvin non è stato solo uno scienziato originale, ma anche un professore dalle vedute moderne: a Glasgow ha introdotto importanti innovazioni quali corsi di laboratorio, premi e concorsi tra gli studenti e nelle sue lezioni ha a lungo presentato i fenomeni fisici in una visione unificata.

Da personaggio poliedrico quale era, si è distinto anche come ingegnere: ha fondato la ditta Kelvin & White (che pare esista ancor oggi) e il suo interesse per la strumentazione scientifica lo ha portato a costruire il galvanometro a specchio, usato nella trasmissione di segnali sottomarini via cavo. Ha partecipato a un progetto di trasmissione via cavo tra Irlanda e Terranova in cui, dopo alcuni tentativi falliti, con l’uso del suo galvanometro è statopossibile inviare segnali nel 1865.

Nella sua lunga vita Thomson ha pubblicato oltre 600 lavori, è stato membro della Royal Society nel 1851, presidente dal 1890 al 1895, ha ricevuto la Medaglia Copley (una specie di Premio Nobel dell’800) nel 1883.

Ogni luce ha le sue ombre e nella sua carriera ci sono state anche battaglie perse. Nota quella legata al suo errato calcolo dell’età della Terra e del Sole che lo ha posto in aperto contrasto con le idee di Darwin.

Ma forse la affermazione oggi più impressionante che gli si attribuisce tra leggenda e realtà, risale al 1900, dove durante un discorso davanti alla British Association for the Advancement of Science pare che abbia affermato: “Adesso non c’è niente di nuovo da essere scoperto in fisica. Tutto quello che rimane sono misure sempre più precise

E invece, caro Lord Kelvin, saresti sorpreso di vedere quanta strada abbiamo fatto ancora!

E mentre tu riposi in pace là dove ti spetta e cioè tra Newton e Maxwell nella Abbazia di Westminster, noi, a tua insaputa, ti dedichiamo la giornata mondiale della refrigerazione, una giornata istituita per sensibilizzare l’opinione pubblica e dei legislatori sull’imprescindibile ruolo che la refrigerazione ha in tantissimi settori della vita e della società moderna.

Buon compleanno, Lord.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here