Annunciati i vincitori della “Chill Challenge” organizzata da Ingegneri senza Frontiere

L’associazione senza scopo di lucro Ingegneri senza frontiere USA (EWB-USA) ha annunciato i premi per sette delle proposte presentate alla “Chill Challenge“, un’iniziativa lanciata per sviluppare tecnologie di refrigerazione a prezzi accessibili per le famiglie off-grid nei paesi in via di sviluppo.

Lo sviluppo della refrigerazione off-grid ha un enorme potenziale per migliorare la vita di milioni di persone più povere e vulnerabili del pianeta. Refrigerazione significa meno sprechi alimentari, maggiori opportunità per gli agricoltori e una migliore alimentazione per le famiglie. Inoltre, come evidenziato dalla pandemia COVID-19, la refrigerazione è fondamentale per fornire vaccini e altri servizi sanitari a comunità remote e off-grid.

I seguenti team riceveranno sovvenzioni che vanno da $30,000 a $50.000 per sviluppare i loro concetti innovativi:

  • Purdue University, Ray W. Herrick Laboratories, West Lafayette, Indiana – Batteria di stoccaggio a freddo per la refrigerazione domestica: questo progetto valuterà l’uso del calore proveniente da stufe d’argilla o in mattoni per alimentare una “batteria di accumulo a freddo” intermittente, che non richiede energia elettrica per funzionare.
  • New Leaf Dynamic Technologies, Nuova Delhi, India – macchina per il ghiaccio alimentata da rifiuti agricoli: la società utilizzerà la sua tecnologia ad adsorbimento “GreenChillTM” per costruire una macchina per il ghiaccio della capacità di 1000 kg al giorno alimentato a biomassa di origine agricola. Il fotovoltaico solare fornirà elettricità per alimentare le apparecchiature ausiliarie.
  • Arup, Londra, Regno Unito – Termobox a raffreddamento passivo di Arup: il team di Advanced Digital Engineering di Arup testerà un sistema di refrigerazione passiva che utilizza come fonte per il freddo materiali passivi che emettono calore come radiazione infrarossa a lunghezze d’onda particolari (“finestra di trasmissione atmosferica” nello spazio). I materiali per il cambio di fase forniranno un deposito a freddo.
  • Xergy, Inc., Harrington, Delaware – frigorifero off- grid con utilizzo di refrigeranti a stato solido: Xergy costruirà un frigorifero ad assorbimento utilizzando l’idrogeno e idruro come coppia di lavoro. L’acqua calda fornita da collettori solari termici guiderà il processo.
  • Solar Cooling Engineering, Hohenheim, Germany – macchina solare per produrre ghiaccio: questo team utilizzerà unità di raffreddamento SelfChill® ad energia solare per la sua macchina del ghiaccio per produrre 100-120 kg di ghiaccio al giorno. Il concetto è completamente scalabile e consentirà un assemblaggio locale e l’integrazione di materiali disponibili localmente. La macchina del ghiaccio può essere alimentata senza batterie elettriche.
  • Purdue University, Ray W. Herrick Laboratories, West Lafayette, Indiana – raffreddamento e riscaldamento combinati per l’agricoltura: questo progetto esaminerà il potenziale di un sistema simultaneo di compressione dei vapori di riscaldamento e raffreddamento in cui la capacità di evaporazione è utilizzata per creare calore di ghiaccio e condensatore alle colture secche. Il sistema sarà alimentato interamente da energia solare.
  • Imperial College London, Clean Energy Processes (CEP) Laboratory, South Kensington, UK – Fabbricazione decentrata di ghiaccio a prezzi accessibili: Il team CEP in collaborazione con Solar Polar progetterà e testera’ nella pratica una macchina per il ghiaccio con refrigerazione ad assorbimento basato su nuove coppie di fluidi di lavoro e progetti innovativi volti ad aumentare le prestazioni del sistema, l’accessibilità e la durata di vita.

Maggiori informazioni sulle squadre vincitrici e le loro proposte sono QUI.

La Chill Challenge è stata lanciata nel settembre 2019, per sollecitare proposte innovative per una refrigerazione più accessibile per le comunità off-grid. In risposta, EWB-USA ha ricevuto 43 proposte da 36 team di università, aziende o ONG e singoli individui. Sedici erano con sede negli Stati Uniti, e 20 erano situati all’estero, tra cui squadre provenienti da Camerun, Etiopia, Francia, Germania, Nigeria, Corea del Sud, Svizzera, Uganda e Regno Unito.

Quattordici delle migliori proposte sono state selezionate e i vincitori delle borse di studio finali sono stati selezionati da un distinto gruppo di revisori, tra cui volontari EWB-USA ed esperti internazionali di refrigerazione. Secondo Andrew Dowdy, un volontario EWB-USA che lavora alla sfida sin dall’inizio, i recensori sono stati “impressionati dalla gamma di idee innovative proposte dai partecipanti. È stato difficile selezionare solo una manciata di proposte di sovvenzioni“.

EWB-USA prevede che i risultati e gli insegnamenti tratti da questo concorso ispireranno una maggiore partecipazione e innovazione che in ultima analisi fornirà alle comunità un accesso più ampio a tecnologie di refrigerazione a prezzi accessibili compatibili con le fonti di energia off-grid.

EWB-USA è orgogliosa di avere ASHRAE come partner Chill Challenge, contribuendo al suo panel di esperti di revisori tecnici e fornendo sensibilizzazione per la sfida.

Open Philanthropy ha generosamente contribuito a 500.000 dollari a EWB-USA per stabilire la sfida.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here