Irlanda: Aurivo riduce significativamente il consumo di combustibili fossili dell’80% circa con la soluzione GEA

L’impianto Arrivo in Irlanda

Aurivo, la seconda più grande azienda irlandese per la lavorazione del latte liquido, ha ridotto dell’80% le emissioni di anidride carbonica nel sito di Killygordon e ridotto dell’80% il consumo di combustibili fossili presso la stessa struttura, grazie a un aggiornamento di svariati milioni di euro che ha sfruttato nuovi sistemi di lavorazione dei liquidi, soluzioni all’avanguardia per il risparmio energetico e la refrigerazione e il recupero del calore attraverso le pompe di calore di GEA.

Il progetto di successo evidenzia i vantaggi dell’esclusivo concetto SEnS (Sustainable Energy Solutions) di GEA e ha ottenuto la certificazione Excellence in Energy Efficiency Design (EXEED) dalla Sustainable Energy Authority of Ireland. La produzione di latte è un’attività altamente competitiva. Il sito Aurivo, nella contea di Donegal, produce e confeziona ogni anno 120 milioni di litri di latte intero scremato e magro, compreso il latte biologico, per una vasta gamma di marchi. Le aziende di trasformazione del latte operano con margini molto bassi, quindi l’efficienza è indispensabile. Ma devono anche rimanere flessibili per soddisfare le mutevoli esigenze e la produttività della produzione dei loro clienti e hanno il compito di migliorare la sostenibilità ambientale.

La pompa di calore GEA installata presso Aurivo

Per rimanere competitiva, Aurivo stava cercando di aumentare l’efficienza e la capacità, oltre a ridurre l’impronta di carbonio. L’azienda utilizzava già un fornitore ecologico per la sua elettricità, quindi un obiettivo chiave era ridurre il consumo complessivo di energia e in particolare ridurre la dipendenza dalle caldaie ad acqua alimentate a combustibile fossile.

Come parte fondamentale del suo programma di aggiornamento, l’azienda ha collaborato con i team locali di GEA in Irlanda per progettare, configurare e installare un nuovo impianto di refrigerazione che avrebbe sostituito il sistema di refrigerazione esistente, obsoleto e inefficiente. Come risultato delle prime discussioni Aurivo ha deciso di sfruttare la tecnologia della pompa di calore GEA per recuperare e convogliare il calore in eccesso dal nuovo impianto di raffreddamento per riscaldare l’acqua per il processo di pastorizzazione del latte. Questa possibilità avrebbe avuto un impatto positivo sul consumo di energia e consentirebbe ad Aurivo di ridurre il riscaldamento a base di combustibili fossili (caldaia), riducendo così anche le emissioni di carbonio.

I team delle utility GEA e Aurivo hanno anche lavorato a stretto contatto con gli specialisti di GEA Ireland, che hanno installato il nuovo pastorizzatore con capacità di 45.000 l / h, insieme alle apparecchiature di separazione, omogeneizzazione e standardizzazione del latte che funzionano perfettamente con il nuovo impianto di refrigerazione e soluzioni per pompe di calore. L’aggiornamento degli impianti ha aumentato la capacità di lavorazione del latte Aurivo e ridotto il consumo di energia per la lavorazione, il riscaldamento e la refrigerazione di circa il 12%. Le emissioni di CO2 sono diminuite di oltre 181.000 kg all’anno.

Sistema di lavorazione casearia GEA installato presso Aurivo, caratterizzato da un pastorizzatore per latte con separatore schiumogeno, unità di standardizzazione automatica e omogeneizzatore.

È importante sottolineare che la tecnologia della pompa di calore ha drasticamente ridotto l’uso di combustibili fossili da parte di Aurivo per il riscaldamento dell’acqua utilizzata per la pastorizzazione

«Le nuove soluzioni di refrigerazione e pompe di calore ci forniscono 1200 kW di raffreddamento e circa la stessa capacità di riscaldamento» ha commentato Stephen Carlin, Engineering Manager di Aurivo. «La pompa di calore GEA che raccoglie e ricicla l’energia eliminata dal chiller ci fornisce l’energia rimanente necessaria per portare l’acqua fino alla temperatura di pastorizzazione di un massimo di 78 ° C e ciò ha reso quasi ridondanti le nostre tradizionali caldaie a olio combustibile per il processo di pastorizzazione. In effetti, ora dobbiamo solo accendere le caldaie per un’ora alla settimana per avviare ogni ciclo di processo». C’è anche una capacità non sfruttata nel sistema della pompa di calore, ha osservato Carlin. «Attualmente stiamo utilizzando solo il 50% della capacità della pompa di calore. Se necessario, potremmo raddoppiare la quantità di acqua calda prodotta e quindi potenzialmente raddoppiare la nostra capacità di pastorizzazione».

Come fornitore unico, GEA ha configurato e installato tutti i sistemi di refrigerazione, pompa di calore e pastorizzatore. «Non abbiamo fornito solo una pompa di calore, abbiamo ottimizzato il pastorizzatore per adattarlo all’applicazione della pompa di calore per il sito Aurivo» ha dichiarato Kenneth Hoffmann, Product Manager Heatpumps di GEA. «Durante tutto il progetto ci siamo concentrati sull’offrire una soluzione completa, non solo singole parti, in modo che le nostre tecnologie potessero aiutare a ridurre gli sprechi, il consumo di energia e l’uso di combustibili fossili, aumentando al contempo la capacità e rendendo l’impianto Aurivo uno dei piante da latte più sostenibili in Irlanda».

Aurivo continua la sua collaborazione con GEA attraverso un accordo sul livello di servizio. «Siamo rimasti estremamente colpiti dalla conoscenza degli esperti GEA ed è molto importante per noi che avremo accesso a un team di assistenza locale per l’intera attrezzatura GEA» ha sottolineato Carlin. «Ci sono uffici GEA e supporto di esperti a solo un paio d’ore di distanza qui in Irlanda, e sappiamo che possiamo chiamare i team in qualsiasi momento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per garantire che non ci siano costosi tempi di fermo e interruzioni dei processi».

 

I dettagli delle installazioni GEA ad Aurivo
GEA ha fornito un sistema di pastorizzazione da 45.000 l / h che è stato pre-assemblato, pre-tubato e pre-cablato su uno skid in Germania, prima di essere testato e spedito ad Aurivo in Irlanda. Senza le tubazioni in loco richieste, solo il prodotto e le linee elettriche dovevano essere collegati una volta che il sistema era in situ, quindi l’installazione e la messa in servizio sono state molto veloci. Il pastorizzatore non è l’unico sistema sul lato del processo del progetto che ha realizzato vantaggi operativi.
Il separatore di latte GEA MSI 400 installato presenta un azionamento diretto integrato, che riduce il consumo di energia rispetto alle configurazioni convenzionali di azionamento. La tecnologia direct drive è anche relativamente più silenziosa e consente di risparmiare spazio.
Il controllo dell’intera linea di elaborazione nel sito Aurivo è ora completamente automatizzato, utilizzando il sistema di controllore logico programmabile Siemens S7-300. I contratti combinati da 2,8 milioni di euro per le soluzioni di processo, refrigerazione e pompa di calore comprendevano progettazione, configurazione, fornitura e installazione del sistema di refrigerazione e pompa di calore personalizzato GEA e skid pastorizzatore PTC, insieme al separatore MSI 400, sistemi MC standomat GEA, GEA Ariete attrezzatura per omogeneizzatore e controller di comfort TP 1500

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here