EHPA: come allontanarsi dai combustibili fossili? È possibile l’impiego efficiente di pompe di calore in edifici multifamiliari

Come eliminare i combustibili fossili dall’edilizia è stato uno dei temi principali della conferenza #DecarbCities che si è svolta a febbraio a Vienna. I rappresentanti di diverse città hanno riconosciuto che le opzioni sono limitate e comprendono il teleriscaldamento (fonti rinnovabili e rifiuti), le pompe di calore centralizzate e decentralizzate e il gas “verde”

Allo stesso tempo, lo sviluppo della tecnologia delle pompe di calore ha raggiunto una dimensione che consente lo spiegamento efficiente di pompe di calore anche in edifici multifamiliari, come hanno dimostrato in modo convincente alcuni presentatori. «Trovo affascinante presentare oggi soluzioni di mercato che 3 o 4 anni fa non erano possibili. Mi aspetto che questo avanzamento del mercato continui» afferma Patrick Crombez, direttore generale Heating and Renewables, Daikin Europa.

«Dopo anni di ottimizzazione delle nostre pompe di calore, con particolare attenzione alle case unifamiliari, abbiamo riscontrato una crescente domanda nel mercato di una speciale soluzione ingegnerizzata per pompe di calore per case plurifamiliari e co-housing, in particolare nel settore delle ristrutturazioni. Per questo caso d’uso, abbiamo sviluppato una soluzione di pompe di calore per appartamenti, che soddisfa la crescente domanda delle città in termini di sostenibilità ed efficienza per il riscaldamento e la produzione di acqua calda. Con la nostra nuova mini pompa di calore geotermica installata direttamente nell’appartamento – nella progettazione e nelle dimensioni di una caldaia standard – offriamo ai proprietari di case plurifamiliari una soluzione per dotare i loro appartamenti di una tecnologia di pompa di calore orientata al futuro, pulita e sostenibile, combinata con dimensioni minime e bassi sforzi di installazione» afferma Christian Herbinger, Country Director Vaillant Group Austria.

«Le pompe di calore sono adatte a tutti i tipi di edifici, dai più vecchi ai più nuovi, ma spesso sono i requisiti di spazio per i serbatoi di acqua calda e i buffer di energia che rendono difficile installarli. Siamo molto entusiasti del fatto che le batterie al calore di Sunamp possano svolgere un ruolo chiave nel superare questa sfida e non vediamo l’ora di vedere molti altri progetti come il Core 364 a Sunderland, dove le caldaie a gas sono state sostituite con pompe di calore e batterie di calore in edifici a prova di futuro» afferma Andrew Bissell, CEO di Sunamp Ltd.

Altri esempi sono riassunti in una brochure appena pubblicata e presentata all’evento. In 14 esempi vengono mostrate soluzioni per diverse zone climatiche e tipi di edifici.

«È importante demistificare l’uso della tecnologia delle pompe di calore negli edifici. Esiste una famiglia di soluzioni che si basa sul ciclo del refrigerante fornendo riscaldamento, raffreddamento e acqua calda sia in soluzioni centrali (teleriscaldamento, edifici per uffici) che decentralizzate. Inoltre, i sistemi a pompa di calore offrono flessibilità alla rete e aiutano a massimizzare l’autoconsumo di elettricità prodotta localmente da fotovoltaico e fonti simili» ha affermato Thomas Nowak, Segretario Generale dell’EHPA.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here