Global Cooling Prize: annunciati i finalisti

Credits: https://globalcoolingprize.org

Una coalizione globale guidata dal governo indiano e dal Rocky Mountain Institute (RMI) ha annunciato a metà novembre i Finalisti del Global Cooling Prize, un concorso internazionale per l’innovazione con lo scopo di sviluppare soluzioni di raffreddamento residenziale super efficiente e rispettoso del clima. I concorrenti hanno presentato tecnologie che riducono o eliminano i refrigeranti legati al cambiamento climatico, progressi che saranno vitali in quanto il numero di condizionatori d’aria (Room Air Conditioning) per le camere è destinato a quadruplicare entro il 2050.

I team finalisti sono guidati da alcuni dei più grandi produttori di condizionatori d’aria (AC) del mondo, tra cui Gree Electric Appliances Inc. of Zhuhai, Daikin AirConditioning India Private Ltd. E Godrej and Boyce Mfg. Co. Ltd; start-up e aziende, tra cui S&S Design Startup Solution Pvt. Ltd., Transaera Inc., M2 Thermal Solutions, Kraton Corporation; Barocal Ltd, un nuovo spin-out dell’Università di Cambridge. Gli otto team selezionati hanno lanciato una vasta gamma di tecnologie, tra cui progetti ibridi intelligenti di compressione di vapore, progetti di raffreddamento evaporativo e tecnologie di raffreddamento a stato solido che utilizzano refrigeranti a basso GWP o non utilizzano del tutto refrigeranti.

«Mi dà un’immensa soddisfazione dire che abbiamo ricevuto alcune idee di raffreddamento assolutamente rivoluzionarie» ha affermato Sir Richard Branson, fondatore e CEO del Virgin Group e ambasciatore globale per il premio. «Ciò che rende questo concorso particolarmente eccitante è l’opportunità di trasformazione del mercato. Potrebbe essere uno dei più grandi passi basati sulla tecnologia che possiamo intraprendere per arrestare il cambiamento climatico. Congratulazioni ai finalisti del Global Cooling Prize. Non vedo l’ora di seguire tutti voi nel vostro viaggio per vincere il premio e scalare le vostre soluzioni a livello globale».

La crescita demografica, l’urbanizzazione e l’aumento dei livelli di reddito, aggravati da un pianeta “in fiamme”, stanno guidando una crescita senza precedenti della domanda di comfort a livello globale: da 1,2 miliardi di condizionatori d’aria (RAC) nel mondo di oggi, a possibili 4,5 miliardi entro il 2050. L’innovazione e le nuove tecnologie nel settore del raffreddamento sono particolarmente cruciali per l’India. Per i prossimi tre decenni, tre RAC saranno venduti nei mercati di tutto il mondo ogni secondo. In uno scenario normale, un recente rapporto dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) suggerisce che le perdite di produttività per l’economia globale da stress termico potrebbero raggiungere i 2,4 trilioni di dollari l’anno, equivalenti a 80 milioni di posti di lavoro a tempo pieno. La perdita di produttività causata dal caldo estremo nella sola India potrebbe superare i 450 miliardi di dollari entro il 2030. Sebbene oggi solo il 7% delle famiglie in India sia proprietario di un AC, la domanda di comfort di raffreddamento dovrebbe portare lo stock totale a oltre 1 miliardo entro il 2050, con una crescita di 40 volte superiore rispetto al 2016.

Il Ministro della Scienza e della Tecnologia del Governo dell’India, Dr. Harsh Vardhan, che ha premiato i finalisti, ha affermato: «L’innovazione è la base per lo sviluppo e la crescita. Questa importante iniziativa si allinea con gli obiettivi del piano d’azione indiano per il raffreddamento che il nostro governo ha reso ufficialmente noto quest’anno, per rafforzare i nostri sforzi di R&D nella leadership climatica globale e rafforzare il nostro impegno ad accelerare l’affermazione dell’energia pulita».

Il Global Cooling Prize è stato lanciato nel novembre 2018 da una coalizione globale guidata dal Dipartimento della Scienza e della Tecnologia del governo dell’India, dal Rocky Mountain Institute (RMI), uno dei principali istituti di ricerca a livello mondiale, e da Mission Innovation – un’iniziativa globale di 24 paesi e dell’Unione europea per accelerare l’innovazione globale nel campo dell’energia pulita. L’obiettivo è stato quello di stimolare lo sviluppo di un soluzione di raffreddamento residenziale rispettosa del clima. L’iniziativa è sostenuta anche da Conservation X Labs, Alliance for an Energy Efficient Economy (AEEE) e CEPT University, e da una coalizione di oltre 20 organizzazioni internazionali senza scopo di lucro.

L’amministratore delegato di RMI Jules Kortenhorst ha sottolineato la grave minaccia climatica che il mondo deve affrontare a causa della crescente domanda di raffreddamento per il confort. «Il condizionamento residenziale rappresenta oggi un mercato da 60 miliardi di dollari ed è destinato a crescere fino a quasi quattro volte questa dimensione entro il 2050. Il Premio avvia un’era di trasformazione e innovazione globale per l’industria del raffreddamento. Una tecnologia rivoluzionaria ha il potenziale per prevenire fino a 75 gigatoni (GT) di emissioni equivalenti di CO2 entro il 2050, fornendo al contempo un accesso facile al raffreddamento in alcune parti del mondo in cui esso sta diventando un bisogno critico».

Da quando è stato lanciato il premio, oltre 2.100 partecipanti provenienti da tutto il mondo hanno presentato richiesta di partecipazione: innovatori, start-up, istituti di ricerca, università e produttori di industrie in oltre 95 paesi. DI tutte queste, 445 squadre hanno presentato idee preliminari e 139 squadre provenienti da 31 paesi hanno seguito una domanda tecnica dettagliata completa al premio. I finalisti sono stati premiati con 200.000 dollari ciascuno per sviluppare e spedire i loro prototipi in India per i test nell’estate del 2020.

Il vincitore del Global Cooling Prize sarà annunciato nel novembre del 2020 e gli verrà assegnato più di 1 milione di dollari in denaro come premio.

Maggiori informazioni QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here