EHPA: Pompe di calore in Europa – Mercato 2018

Infografica sui numeri chiave del 2018 per il settore europeo elle pompe di calore. Cliccare per ingrandire.

Nel mese di ottobre è uscita l’edizione 2019 dello European Heat Pump Market and Statistics Report, la pubblicazione annuale di EHPA  – l’associazione europea delle pompe di calore – sulla situazione del mercato delle pompe di calore in Europa.

Dati chiave:
•    le vendite di pompe di calore in Europa nel 2018 sono cresciute del 12,5% ed è il quarto anno consecutivo in cui si registra un aumento a due cifre;
•    con 1,26 milioni di unità vendute nel 2018, è stato raggiunto un nuovo record di vendite;
•    ipotizzando una vita utile di circa 20 anni, l’attuale stock europeo di pompe di calore ammonta a 11,8 milioni di unità installate;
•    con circa 244 milioni di edifici residenziali in Europa, la quota di mercato delle pompe di calore è di circa il 5%.

Tre sono i fattori principali che determinano la crescita del  mercato delle pompe di calore:
•    dal punto di vista tecnologico le attuali pompe di calore coprono un range di temperature più ampio: funzionano anche con temperature esterne di -25°C e sempre più spesso sono in grado di fornire acqua a 65°C in modo efficiente. Ciò consente il loro impiego in una percentuale di edifici molto più ampia rispetto a dieci anni fa;
•    la necessità di accelerare la transizione energetica anche nel settore del riscaldamento e del raffreddamento ha messo le pompe di calore al centro dell’attenzione dei decisori politici e la legislazione approvata negli ultimi otto anni, via via recepita da tutti gli Stati membri, ha iniziato a dare i primi risultati: le norme del settore edilizio limitano l’energia totale consumata dall’edificio per m2 di superficie, rendono obbligatoria l’integrazione delle fonti energetiche e rinnovabili e favoriscono gli edifici intelligenti;
•    il continuo aumento delle vendite di pompe di calore si traduce in una riduzione dei costi e le economie di scala si riflettono a livello di componente e di prodotto. Ad esempio, la diminuzione dei costi di produzione dei sistemi fotovoltaici influenza anche il mercato del riscaldamento: l’utilizzo di energia elettrica autoprodotta in combinazione con un sistema a pompa di calore permette di ridurre la bolletta energetica.

I mercati principali continuano ad essere Francia, Italia e Spagna, responsabili di oltre la metà delle vendite annuali di pompe di calore in Europa, e che le pompe di calore, oltre a essere ormai la tecnologia di riscaldamento numero uno nel segmento delle nuove costruzioni di molti mercati nazionali, stanno facendo breccia anche nel settore delle ristrutturazioni.

Maggiori informazioni QUI 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here