Tavola rotonda sui gas fluorurati: la Commissione sottolinea che la lotta al commercio illegale è una priorità

Commentando l’intervento di Bente Tranholm-Schwarz, vice capo della unità della DG Azione per il clima della Commissione europea alla tavola rotonda sui gas fluorurati tenutasi il ​​14 ottobre a Bruxelles, il presidente del gruppo EFCTC – European FluoroCarbons Technical Committee – Nick Campbell ha affermato: «Accogliamo con favore il vasto elenco di azioni intraprese dalla Commissione e dagli Stati membri per affrontare il problema del commercio illegale di HFC. Questo è un passo estremamente positivo».

Durante il suo intervento Bente Tranholm-Schwarz ha concentrato le sue osservazioni sul commercio illegale di HFC, affermando che “ogni chilogrammo che entra nell’UE illegalmente è un chilogrammo in più”.

Ha descritto i risultati di uno studio della Commissione sulle statistiche europee sull’importazione / esportazione e ha osservato che questi dati sono coerenti con le quote HFC dell’UE fino al 2018, indicando che l’evasione doganale è la principale via per gli HFC illegali.

Ha osservato che dai dati disponibili non è stato possibile quantificare la quantità di HFC illegali che entrano in Europa, sottolineando, però, che la Commissione non nega la presenza di commercio illegale e che sta prendendo tutte le azioni pertinenti per prevenirlo. Ad esempio: sollevare la questione dell’agenda politica al Consiglio dei ministri, discussioni con Esperti degli Stati membri e autorità di controllo che collaborano con la Polonia per sviluppare orientamenti sulle migliori pratiche per le dogane nonché lo sviluppo della finestra unica doganale con il direttorato delle Dogane e costituire una unione doganale per consentire la verifica interattiva delle importazioni alla frontiera. Si discute anche della possibile condivisione dei dati con Cina e Turchia.

Maggiori informazioni QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here