Energia da idrogeno e CO2 per produrre il freddo: la rivoluzione del trasporto refrigerato

Credits: Chereau

Il trasporto refrigerato è un anello essenziale nella catena del freddo, con forti requisiti tecnici e normativi. In questo ambito, il progetto collaborativo ROAD (Refrigerated Optimized Advanced Design), di € 5,5 milioni e della durata di tre anni (conclusione prevista: fine 2019), si è posto come obiettivo sviluppare una nuova generazione di semirimorchi per la refrigerazione della catena del freddo con tecnologie ad alte prestazioni, riducendone l’impatto ambientale (emissioni di rumore e gas), migliorando al contempo le condizioni operative (sicurezza ed ergonomia).

Il 4 luglio, con una cerimonia ufficiale e una conferenza stampa, il progetto ha consegnato al gruppo di trasporto francese Malherbe il primo semirimorchio refrigerato ad idrogeno per i test finali.

Chereau, fabbricatore francese di semirimorchi per trasporto refrigerato e promotore del progetto ROAD, ha dichiarato: «Vorremmo ringraziare ancora una volta tutti i nostri partner che hanno contribuito alla realizzazione di questo grande progetto, che apre la strada a una nuova era nel trasporto refrigerato».

Il progetto Road di Chereau e partner ha un duplice obiettivo: ridurre l’impatto ambientale e migliorare le condizioni operative in termini di ergonomia e sicurezza. Le innovazioni del progetto ROAD comprendono vari aspetti, quali:

  • Alleggerimento: guadagno del telaio grazie a un nuovo design e tecnologie multi-materiale;
  • Aerodinamica: design del semirimorchio migliorato per una migliore penetrazione dell’aria e consumi ridotti;
  • Isolamento termico: nuova generazione di materiali con altissime prestazioni termiche per la carrozzeria;
  • Energia: produzione di energia pulita grazie a una cella a combustibile a idrogeno integrata;
  • Architettura meccanica ed elettrica: integrazione di nuovi componenti e ottimizzazione della gestione delle apparecchiature elettriche e meccaniche (riduzione dei consumi energetici, migliore ergonomia e nuove funzioni di sicurezza)
    Credits: Chereau. Cliccare per ingrandire

Per la produzione di freddo si utilizza una unità Carrier di refrigerazione elettrica funzionante con refrigerante CO2 

Maggiori informazioni QUI

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here