CAREL: inaugurato l’ampliamento dello stabilimento negli Stati Uniti

Un’importante novità nel mondo Carel: si è svolta il 5 settembre l’inaugurazione dell’ampliamento dello stabilimento di Manheim, Pennsylvania. L’aggiunta di ulteriori 3.700 mq all’headquarter nordamericano del Gruppo sarà utile ad aumentare la presenza di Carel nei mercati USA, Canada e Messico e a sostenere la crescita futura del Gruppo.

Lo stabilimento fondato nel 2001 a Manheim si aggiunge infatti, insieme con l’ufficio di Mexico City, alle 5 sedi commerciali già presenti sul territorio americano: Atlanta, Lancaster, Milwaukee, Los Angeles e Monterrey, che contano in totale circa 55 addetti.

Il raddoppio della dimensione della sede produttiva ed HQ del Gruppo nel Nord America comporterà un importante miglioramento del livello di servizio verso il mercato e del lead time di approvvigionamento, aumentando il numero degli addetti impiegati a Manheim a circa 70, di cui la maggior parte impegnati nelle funzioni di operations, logistics, HR, Finance, Quality, R&D and marketing, supply chain and customer care.

Forte l’impegno anche nelle attività di formazione: oltre all’offerta di servizi di installazione e monitoraggio remoto, Carel USA organizza corsi di formazione SW e sviluppo di applicazioni SW nel mercato condizionamento e della refrigerazione.

Presenti al taglio del nastro Aliyah Stanger, Southeast Regional Director al Dipartimento della Comunità e dello sviluppo economico, Aaron Schwartz, Presidente della Camera di commercio di Manheim, Ryan Aument e Mindy Fee, rispettivamente Senatore e Rappresentante del 36° e 37° distretto legislativo della Pennsylvania.

In aggiunta agli interventi delle autorità locali, parleranno, di fronte ad una platea composta dai 115 dipendenti di Carel USA e da una cerchia ristretta di fornitori e clienti, Martino Manfrin, CEO CAREL USA e Pietro Rossato, Chief Operations Officer CAREL Group.

«Siamo estremamente felici, e al contempo orgogliosi, di poter inaugurare oggi l’ampliamento del nostro headquarter in Nord America» le parole di Pietro Rossato, Chief Operations Officer Carel Group e Martino Manfrin Regional CEO Carel North America. «Questo investimento è coerente con quelli che abbiamo definito essere i pilastri del nostro sviluppo industriale: il ruolo di prossimità delle fabbriche al mercato, con evidenti benefici in termini di servizio, riduzione del circolante e ottimizzazione della supply chain, la business continuity attraverso il mirroring tecnologico e la replicazione dei processi tra i vari stabilimenti e la digitalizzazione. Grazie al maggiore spazio a disposizione del nuovo stabilimento, riusciremo ad ampliare la gamma dei prodotti “made in USA” ad esempio tutta la gamma dei controllori programmabili, uno dei fiori all’occhiello della nostra offerta, sarà prodotta per intero anche negli Stati Uniti. L’ampliamento della sede di Manheim rappresenta per noi uno step importante nei progetti di espansione internazionale, annunciati con la quotazione in Borsa dello scorso anno, supportando la crescita del business in Nord America». 

Al 31.12.2018, l’area Nord America conta il 13% dei ricavi del Gruppo, per un totale di oltre 35 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here