Un’officina per le prossime generazioni di frigoristi

A settembre ripartiranno le lezioni anche presso il Training Center Frigoristi di Magenta (Milano), dove ASLAM – ente di formazione – organizza corsi professionali per operatore termoidraulico, all’interno dei quali vi sono, dall’anno scolastico 2019/2020, anche moduli specifici per la refrigerazione. Si tratta, a nostra conoscenza, dell’unica formazione professionale specifica per tecnici frigoristi in Italia. Il Training Center è dotato, tra l’altro, di un laboratorio molto innovativo in cui è stato ricostruito un intero supermercato transcritico a CO2. Gli studenti di Magenta hanno dunque la possibilità di imparare a gestire anche questa tipologia di impianti. In dialogo con Ylenia Dell’Acqua, coordinatrice della sede di Magenta di ASLAM.

Signora Dell’Acqua, in che programma educativo si inseriscono i corsi di Magenta per operatore termoidraulico?

L’offerta formativa in cui si inserisce il programma per operatore termoidraulico si classifica nell’offerta formativa dopo la terza media e conferisce una qualifica triennale oppure, dopo l’assolvimento facoltativo di un quarto anno, un diploma di tecnico professionale di quarto anno. Siamo nell’ambito della formazione professionale, dunque, che mira a inserire i ragazzi nel mondo lavorativo; una formazione che in alcuni settori, come quello della refrigerazione, è oltremodo urgente per il gap generazionale che si sta creando nel mondo del lavoro.

Quali sono le peculiarità del triennio partito a settembre?

Il percorso di Operatore di impianti termoidraulicipartito quest’anno comprende moduli specifici in teoria della refrigerazione, affiancati da ore di laboratorio e ore di stage aziendali. I moduli vanno via via aumentando dal primo al terzo anno. Alla fine del triennio i ragazzi dovranno sostenere un esame e potranno chiedere di essere esaminati specificamente anche sulle materie della refrigerazione. In questo caso sul loro attestato saranno descritte anche le competenze nelle tecniche della refrigerazione acquisite nel triennio.

Quali possibilità si aprono per chi finisce questo percorso?

Alla fine del triennio i ragazzi vengono introdotti nel mondo del lavoro oppure possono frequentare un quarto anno facoltativo, anch’esso incentrato sulle tecniche della refrigerazione e con ore di laboratorio e di tirocinio formativo. Alla fine di questo percorso riceveranno un diploma di Tecnico professionale di quarto anno. Tengo a sottolineare che il quarto anno non è necessariamente consequenziale. Ovvero i ragazzi possono cercare lavoro dopo il triennio ed eventualmente frequentare il quarto anno in un secondo tempo.

La loro qualifica sarà di tecnici termoidraulici o tecnici frigoristi?

Con la qualifica di terzo anno diventeranno Operatori termoidraulici con conoscenze specifiche nella refrigerazione. Non potranno chiamarsi ufficialmente tecnici frigoristi perché nel repertorio nazionale non è riconosciuta la figura professionale di tecnico frigorista o operatore frigorista. Esiste solo nel quadro regionale, dove ci sono alcune competenze a cui possono rifarsi gli enti di formazione e che permettono di fare una curvatura del percorso per focalizzarlo e adeguarlo a questa figura professionale. Per poter riconoscere la figura professionale a livello nazionale bisogna lavorare con il Ministero dell’Istruzione, cosa che con Assofrigoristi stiamo facendo.

Nuovi progetti, nuove proposte formative

Con il nuovo anno sono previsti a Magenta anche progetti nuovi…

Esattamente. Sono previsti due nuovi progetti:

  • il progetto Lombardia PLUS, che comprende due corsi gratuiti: il primo è quello di Addetto alla manutenzione e riparazione di sistemi e di circuiti refrigeranti. Si tratta di un percorso base di frigorista a cui si può accedere con l’assolvimento dell’obbligo scolastico (dieci anni di frequenza scolastica) e prevede anche l’inserimento di persone fino al 35esimo anno di età, purché disoccupate; il secondo corso è quello di Specialista nella progettazione di sistemi e di circuiti refrigeranti ed è dedicato a chi possiede almeno una qualifica professionale. Si tratta di percorsi di 400 ore con molte ore di stage e con attenzione particolare alla refrigerazione.
  • Un IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) dedicato alla figura del Tecnico di installazioni civili ed industriali – esperto in impianti frigoriferi ed in pompa di calore, al quale si accede con il diploma di tecnico professionale o una maturità. Età massima 29 anni non compiuti all’atto dell’iscrizione.

Grazie a questi percorsi sarà possibile ottenere anche il patentino F gas.

Anche sui corsi triennali o sul quarto anno facoltativo offrite la preparazione per il patentino F gas?

Sì, a chi completa il quarto anno e supera l’esame, rilasciamo il patentino F gas.

Che reazione avete avuto da parte del mercato e delle aziende di settore alla inaugurazione di questi corsi, unici in Italia?

Il quarto anno è già partito l’anno scorso e i tecnici diplomati a giugno lavorano tutti in aziende del settore. Subito dopo l’inaugurazione del Training Center, a febbraio 2019, siamo stati subissati di richieste di formazione specifica da parte di aziende di tutta Italia.

Voi come vedete il mercato per chi accede a questa tipologia di formazione?

Dalle richieste che abbiamo ricevuto e dall’interesse risvegliato dal Training Center direi che quello del freddo è un settore che ha veramente “fame” di tecnici. È molto importante che le aziende credano nell’importanza della formazione professionale specifica. Poter mandare sul mercato tecnici preparati è per le aziende stesse un grosso vantaggio. Fino ad oggi, infatti, i tecnici del freddo si formavano sul campo, il che era un grosso impegno da parte delle aziende. Ora, l’esistenza di questo Training Center permette di “consegnare” al mercato figure più preparate. Certo, occorre sempre l’impegno delle aziende, ma il punto di partenza su cui esse devono intervenire è decisamente migliore con questa nuova formazione professionale.

Tra l’altro, a Magenta offrite una formazione molto innovativa…

Sì, abbiamo un intero supermercato a CO2che è il refrigerante del futuro per il Retail. Ma ai ragazzi insegniamo anche a gestire la refrigerazione tradizionale in modo che, quando escono dalla scuola, sappiano maneggiare sia il nuovo che l’esistente.

Il training center per Frigoristi

Il Training Center Frigoristi è il primo laboratorio scolastico del freddo in Italia. Si trova a Magenta e nasce grazie alla volontà congiunta dell’ente di formazione professionale ASLAM, di Assofrigoristi e Assocold. Gli innovativi macchinari sono stati forniti da Epta. Il Training Center sarà una fucina per i giovani tecnici installatori e manutentori frigoristi e un presidio per l’aggiornamento dei professionisti. Qui si tengono percorsi professionali, percorsi post diploma e di formazione continua anche per chi già oggi lavora nel settore. Oltre ad essere ad oggi l’unico centro formativo scolastico per la professione di frigorista, il laboratorio didattico del centro conta impianti tecnologici molto innovativi: un sistema booster a CO2transcritica che ricrea e simula un piccolo supermercato, con banchi in bassa temperatura per surgelati, banchi a temperatura media per salumi e latticini. Tutto ciò consentirà agli studenti di mettere le mani su tutti i tipi di tracciato impiantistico che si troveranno ad affrontare poi sul campo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here