Öko-Recherche: andamenti 2018 nei prezzi di taluni refrigeranti

Öko-Recherche
Andamento dei prezzi di acquisto di R410A (GWP 2088) a diversi livelli della filiera. Prezzi in percentuale di aumento rispetto all’anno di riferimento 2014 (=100%). Cliccare per ingrandire – Credits: Öko-Recherche (2018) su incarico della Commisisone europea (DG CLIMA)

L’agenzia tedesca Öko-Recherche GmbH porta avanti dal 2016 il monitoraggio dell’andamento dei prezzi di taluni refrigeranti e dei costi delle autorizzazioni su incarico della Commissione europea. In un’intervista gentilmente rilasciata a ZeroSottoZero, l’agenzia descrive i dati degli andamenti del 2018, analizzati fino a settembre 2018.

Il 2018 è stato un anno un po’ particolare per l’andamento dei prezzi dei refrigeranti. Mentre per tutta la prima metà essi hanno continuato ad aumentare, come ormai fanno ininterrottamente dal 2017, nella seconda metà si è assistito a una loro stabilizzazione e in alcuni casi, come quello di R404A, addirittura a una diminuzione. Una prima, non definitiva, analisi degli andamenti del quarto trimestre 2018 (ottobre-dicembre) sembra confermare questa tendenza.  In generale le aziende dicono di aspettarsi per il futuro andamenti altalenanti.

Secondo Öko-Recherche gli andamenti della seconda metà del 2018 possono essere

Öko-Recherche
Andamento dei prezzi di acquisto di alcuni refrigeranti a livello di manutentori. I prezzi sono indicati come % di aumento rispetto all’anno di riferimento 2014 (=100%). Cliccare per ingrandire. Credits: Öko-Recherche (2018) su incarico della Commisisone europea (DG CLIMA)

spiegati da una minore richiesta di taluni refrigeranti dovuta a vari fattori: accumulo nei trimestri precedenti, maggiore riciclo e recupero di refrigeranti, passaggio  tecnologie con GWP inferiore e discreta presenza di refrigeranti illegali sul mercato. A questo proposito, alcune aziende riportano che i refrigeranti “fuori quota” costano anche solo la metà dei refrigeranti “in quota”. Questo fa si che ci sia meno richiesta sul versante ufficiale, cosa che porta ad un abbassamento dei prezzi.

In generale, secondo quanto monitorato da Öko-Recherche, gli aumenti medi dei refrigeranti sono stati tra le 7 e le 23€ a tonnellata eq. di COa seconda del refrigerante e dell’anello della filiera considerato. Si tratta di aumenti ancora in un ambito “fisiologico”: la Commissione europea si aspetta aumenti fino a 35€/tonnellata entro il 2030. Ad oggi i prezzi dei refrigeranti alternativi con GWP intorno a 650 si aggirano tra le 35 e le 50€/tonn CO2equivalente (a livello di manutentori). Per quanto invece riguarda le autorizzazioni, i dati più recenti (terzo trimestre 2018) indicano prezzi tra le 25 e le 40€/tonn. eq. CO2

Öko-Recherche porta avanti anche il monitoraggio dei prezzi di HFO e refrigeranti naturali. Per i primi si sono registrati leggerissimi aumenti, ma che potrebbero essere dovuti a maggiori richieste di tali refrigeranti. I secondi sono rimasti relativamente stabili dall’inizio del monitoraggio

Riassumendo, dunque, le osservazioni sugli andamenti dei risultati del terzo trimestre 2018 sono le seguenti:

I prezzi di R404A sono nuovamente calati. Le aziende hanno segnalato che erano disponibili sul mercato notevoli quantità di R404A, a causa dei grandi quantitativi immagazzinati nel 2014, degli HFC vergini forniti a basso prezzo e dei quantitativi rigenerati;
I prezzi di R410A e R134a sono leggermente diminuiti o sono rimasti stabili dopo che entrambi avevano visto un significativo aumento di prezzi dalla metà del 2017;
I prezzi di acquisto e di vendita di refrigeranti alternativi con un GWP più basso sono rimasti piuttosto stabili oppure sono leggermente calati:
I prezzi indicati per le autorizzazioni delle quote variano da 25 a 40 € / t CO2e.
Come indicato da alcune aziende, i prezzi dei refrigeranti che si presume siano stati importati illegalmente mostravano una grande differenza di prezzo rispetto ai refrigeranti menzionati (più economici almeno del 50%).

Un invito alle aziende italiane

Maggiore è il numero di aziende partecipanti al monitoraggio, maggiore è la precisione dei dati e l’informazione che essi veicolano. Per questo, anche attraverso le pagine della nostra rivista, Öko-Recherche lancia alle aziende italiane che fanno parte della filiera dei refrigeranti l’invito a partecipare al monitoraggio dei prezzi dei refrigeranti. Un quadro il più realistico possibile è uno strumento per indirizzare politiche più mirate e appropriate. Per maggiori informazioni https://www.oekorecherche.de.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here