European Environment Agency: Rapporto F gas 2018

HFC
Immissione sul mercato europeo di HFC. Cliccare per ingrandire.

L’eliminazione graduale dell’UE degli HFC è attuata attraverso un sistema di quote annuali assegnato ai produttori e agli importatori di queste sostanze sintetiche, utilizzate principalmente come refrigerante nelle apparecchiature di refrigerazione e condizionamento dell’aria.

L’immissione a livello dell’UE sul mercato degli HFC nel 2017 era inferiore dello 0,4% rispetto al limite fissato dal sistema di quote. Lo afferma un recente rapporto dell’EEA – European Environment Agency (QUI). In tale rapporto i dati indicano un sostanziale spostamento verso gas con GWP più basso. Mentre l’uso effettivo dei gas fluorurati nell’UE è aumentato del 3% in quantità, l’effetto complessivo di riscaldamento è diminuito del 2% (in equivalente CO2).

A partire dal 2017, anche gli HFC contenuti in apparecchi ermeticamente chiusi sono stati considerati nel meccanismo delle quote dell’UE. Di conseguenza, il volume dei gas fluorurati importati contenuti in prodotti e attrezzature lo scorso anno era inferiore dell’8% rispetto al 2016 e il potenziale di riscaldamento globale (GWP) era inferiore dell’11%.

A livello globale, gli HFC sono regolati dall’emendamento Kigali al Protocollo di Montreal, che fissa limiti alla produzione e al consumo e entrerà in vigore il 1° gennaio 2019. A causa del sistema di quote in vigore dal 2015, il consumo dell’UE di HFC lo scorso anno era già 12 % inferiore al limite fissato al 2019 nell’ambito dell’emendamento Kigali.

La riduzione graduale delle emissioni di gas fluorurati è una parte importante degli sforzi dell’UE per ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Con il suo regolamento sui gas fluorurati, l’UE punta a ridurre le emissioni di gas fluorurati di due terzi entro il 2030, rispetto ai livelli del periodo di riferimento (2009/2012). Nel 2015, le emissioni di gas fluorurati dell’UE sono diminuite per la prima volta in 15 anni. Nel 2016, gli HFC sono ulteriormente diminuiti dello 0,1%.

Principali risultati del rapporto EEA per il 2017 (basato sui dati ufficiali delle imprese consegnati nel 2018)
  • Per il terzo anno consecutivo, l’UE ha raggiunto il livello previsto per gli HFC.
  • L’immissione sul mercato di HFC nel 2017 a livello dell’UE è stata dello 0,4% inferiore al limite di mercato globale fissato dal sistema di quote.
  • L’offerta (che riflette l’uso effettivo) dei gas fluorurati nell’UE è aumentata del 3% in termini di massa, ma l’effetto complessivo di riscaldamento è effettivamente diminuito del 2% (in equivalente CO2), indicando un passaggio verso i gas con un potenziale di riscaldamento globale inferiore.
  • Il volume di gas importati contenuto in prodotti e attrezzature lo scorso anno era inferiore dell’8% rispetto al 2016 e il GWP era inferiore dell’11%.
  • Sia il volume che il GWP della produzione di gas fluorurati – dominati dagli HFC – sono diminuiti di oltre il 10% tra il 2016 e il 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here