UTC e Carrier verso la separazione

United Technologies Corp. ha annunciato ieri il completamento della sua acquisizione di Rockwell Collins e l’intenzione della società di separare le sue attività commerciali, Otis e Carrier (precedentemente CCS), in entità indipendenti. La separazione si tradurrà in tre società globali leader del settore:

  • United Technologies, costituita da Collins Aerospace Systems e Pratt & Whitney, sarà il principale fornitore di sistemi per l’industria aerospaziale e della difesa; Collins Aerospace è stata costituita dalla combinazione di UTC Aerospace Systems e Rockwell Collins;
  • Otis, il principale produttore mondiale di ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili;
  • e, infine, Carrier, fornitore globale di prodotti HVAC, refrigerazione, automazione degli edifici, sicurezza antincendio e sicurezza con posizioni di leadership in tutto il suo portafoglio.

Carrier è un fornitore leader a livello mondiale di tecnologie innovative HVAC, refrigerazione, antincendio, sicurezza e automazione degli edifici con un fatturato di $ 17,8 miliardi nel 2017. Attraverso un’innovazione accelerata, la società ha rilasciato oltre 200 nuovi prodotti negli ultimi due anni.

«La nostra decisione di separare United Technologies è un momento cruciale della nostra storia e consentirà a ciascuna azienda indipendente di guidare il suo settore nell’innovazione e nell’attenzione al cliente e massimizzare la creazione di valore» ha dichiarato il Presidente e Amministratore delegato di United Technologies Gregory Hayes. «I nostri prodotti rendono possibile la vita moderna a miliardi di persone. Sono fiducioso che ogni azienda continuerà la nostra orgogliosa storia di prestazioni, eccellenza e innovazione mentre costruiamo un futuro ancora più luminoso. Come società indipendenti, United Technologies, Otis e Carrier saranno pronte per risolvere le maggiori sfide dei nostri clienti, offrire opportunità di carriera gratificanti e contribuire positivamente alle comunità di tutto il mondo»

La separazione proposta dovrebbe essere effettuata tramite spin-off di Otis e Carrier che saranno esentasse per gli azionisti di UTC ai fini dell’imposta federale sul reddito degli Stati Uniti. Gregory Hayes supervisionerà la transizione e continuerà nel suo attuale ruolo di Presidente e CEO di UTC in seguito alla separazione.

Le tre società indipendenti saranno opportunamente capitalizzate con flessibilità finanziaria per trarre vantaggio dalle opportunità di crescita future. Ogni azienda sarà posizionata in modo migliore per perseguire una strategia di allocazione del capitale più adatta al proprio settore, profilo di rischio e rendimento e godere di una maggiore flessibilità con una valuta azionaria indipendente e incentivi più adeguati alla gestione e agli impiegati.

L’impegno di UTC per rafforzare i parametri di credito rimane invariato. Ci si aspetta che ogni società indipendente abbia un solido bilancio e mantenga il suo rating creditizio. Eventuali passività esistenti o potenziali che non sono associate a una particolare entità saranno assegnate in modo appropriato a ciascuna delle attività.

Dopo la separazione, inizialmente le tre società dovrebbero pagare un dividendo trimestrale non inferiore a 73,5 centesimi per azione, anche se la politica dei dividendi di ciascuna società sarà determinata dal rispettivo Consiglio di amministrazione dopo il completamento della separazione. Fino al completamento delle transazioni pianificate, UTC prevede di continuare a pagare un dividendo trimestrale non inferiore a 73,5 centesimi per azione.

La separazione dovrebbe essere completata nel 2020, con attività di separazione che si verificheranno nei prossimi 18-24 mesi. Non ci possono essere assicurazioni riguardo al momento ultimo della separazione o che la separazione sarà completata.

Maggiori informazioni QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here