Ampliamento della gamma INTEGRA di Climaveneta, nasce i-FX-Q2

i-FX-Q2: la nuova pompa di calore polivalente con tecnologia full inverter che raggiunge livelli di efficienza senza paragoni, soprattutto ai carichi parziali.

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems estende la propria gamma di pompe di calore a marchio Climaveneta e introduce i-FX-Q2: l’innovativa unità che unisce ai già noti vantaggi della gamma INTEGRA tutte le potenzialità della tecnologia a velocità variabile. Combinando la logica INTEGRA con la tecnologia inverter, applicata sia ai compressori che ai ventilatori, i-FX-Q2 fa un ulteriore passo avanti in termini di efficienza. La modulazione in continuo della velocità di rotazione dei compressori e dei ventilatori, permette infatti all’unità di seguire con precisione estrema qualsiasi combinazione di carico termico, garantendo al cliente un utilizzo ottimale della potenza assorbita e sprechi energetici estremamente ridotti. I benefici in termini di performance sono immediati: valori SCOP +20% e SEER +32% più elevati rispetto alle tradizionali unità a velocità fissa.Disponibile con capacità frigorifere da 341 a 1124 kW, i-FX-Q2 può essere ulteriormente personalizzata in base a specifiche richieste progettuali. Un determinato carico frigorifero può essere soddisfatto privilegiando un ridotto investimento iniziale (priorità di potenza frigorifera), oppure puntando al massimo risparmio energetico annuale e ad un rapido payback (priorità efficienza).

I vantaggi della tecnologia a velocitĂ  variabile applicata alle unitĂ  4 tubi.

L’impiego della tecnologia a velocitĂ  variabile di rotazione consente di ottenere prestazioni molto elevate in particolar modo ai carichi parziali, la condizione di funzionamento piĂą frequente. Un’unitĂ  polivalente viene infatti selezionata in modo da coprire il picco massimo di richiesta che, a seconda del paese d’installazione, può essere quello estivo o quello invernale. Ciò implica che per tutto il resto dell’anno, e quindi per la maggior parte del tempo, l’unitĂ  lavori a carichi parziali; condizione in cui i-FX-Q2 raggiunge la sua massima efficienza energetica. In termini pratici, il TER (Total Efficiency Ratio), che calcola l’efficienza reale dell’unitĂ  tenendo conto del suo funzionamento in caldo e in freddo, raggiunge valori del 19% piĂą elevati rispetto a quelli di un’analoga unitĂ  con compressori a velocitĂ  fissa.

AffidabilitĂ  totale in tutte le condizioni operative. Assenza di correnti di spunto.

Le pompe di calore i-FX-Q2 INTEGRA montano due compressori VSD (Variable Speed Drive) installati su due circuiti completamente indipendenti. Una configurazione pensata per assicurare una manutenzione semplificata dei componenti e una perfetta ridondanza dei circuiti. La tecnologia inverter assicura inoltre correnti di spunto minime, inferiori a qualunque altra modalità di avviamento. Questo significa che, anche senza l’ausilio di modalità di avviamento alternative (soft start, stella/delta), lo stress sulla componentistica elettrica e meccanica viene ridotto a zero.

Funzionamento super silenzioso

Con i-FX-Q2 le emissioni sonore sono tanto più ridotte quanto più spinta è la parzializzazione. Considerando unità analoghe con un carico pari al 50% rispetto al massimo erogabile dall’unità, i-FX-Q2 assicura una diminuzione dei livelli sonori di 5 dB rispetto ad unità a velocità fissa, garantendo il massimo comfort acustico per la maggior parte dell’anno. Un ulteriore abbattimento dei livelli sonori deriva dalla disponibilità di diverse versioni acustiche (-10dB per la versione SL, -13dB per la versione XL) e da una vasta gamma di accessori che permettono l’allestimento della macchina in 8 configurazioni diverse.

Il modulo +2P per la produzione di acqua a temperature molto alta

+2P è l’innovativa soluzione per la produzione di acqua ad altissima temperatura. In aggiunta alla produzione di acqua fredda a 7-12°C e acqua calda a 40-45°C, il modulo +2P, installato all’interno dell’unità INTEGRA, permette di produrre contemporaneamente acqua calda sanitaria con temperature fino a 78°C. Tre diversi fabbisogni termici vengono così soddisfatti in maniera del tutto indipendente e senza l’ausilio di ulteriori fonti integrative.