Integrazione dei flussi termici

ADVANSOR, azienda danese leader nelle tecnologie a CO2, ha realizzato un impianto innovativo, ottimo esempio di integrazione dei flussi termici in un supermercato. Il supermercato COOP MAXI, in Tocksfors, nel mezzo della Svezia, richiedeva un impianto che rispondesse a tutti i fabbisogni di riscaldamento, ventilazione e refrigerazione del sito. Per quanto riguarda il riscaldamento, il sito doveva essere indipendente. L’impianto realizzato da Advansor si basa su una modifica di un sistema booster. Tra le modifiche: l’aggiunta di un evaporatore a valle della valvola di alta pressione, che funziona come un evaporatore allagato per il condizionamento aria; l’aggiunta di un evaporatore esterno, addossato al gas cooler; l’aggiunta di un compressore parallelo per il condizionamento, che entra in funzione con il gas preso direttamente dal receiver e che si attiva automaticamente quando vi è sufficiente concentrazione di gas nel receiver stesso. L’aggiunta di questi elementi aumenta l’efficienza energetica totale dell’impianto rispetto ad un sistema booster. Questo impianto combina in un unico sistema tutte le richieste termiche del sito, comporta un controllo facile dell’evaporatore AC (scambiatore allagato) ed è una soluzione a ben vedere quasi universale.  Il sito produce più calore di quanto ne abbia bisogno e  consegna il surplus ad una rete di riscaldamento locale. I primi dati sul campo e i dati sperimentali indicano che la soluzione presentata da Advansor, chiamata SIGMA, è idonea anche per paesi caldi. Ad oggi sono state fatte in Europa sette installazioni SIGMA: tre in Svezia, tre in Svizzera ed una in Romania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here