Francia e refrigeranti


Alla recente conferenza ATMOsphere Samuel Just, responsabile  presso il Ministero francese dell’Ecologia e dello Sviluppo Sostenibile per l’attuazione del regolamento sui gas fluorurati e del regolamento nazionale sull’utilizzo die refrigeranti alogenati, ha descritto brevemente il mercato francese dei refrigeranti. La Francia è uno dei pochi paesi europei che produce HFC. Secondo i dati del 2011 sono state immesse sul mercato francese 10.881 tonnellate di HFC/HCFC che rappresentano 25.827 Mt equivalenti di CO2. Il refrigerante che va per la maggiore è l’R134a di cui ne sono state immesse sul mercato 4676 tonnellate, seguito dall’R 404a con 3363 tonnellate e dal R 410A con 1428 tonnellate.

La quantità totale di refrigeranti ora sul mercato francese è stimata ammontare a circa 56507 tonnellate, di cui 5612 costituite da refrigeranti naturali. Anche qui è l’R134a a segnare le maggiori quantità’ in circolazione con circa 22805 tonnellate.

Il condizionamento mobile è il settore di maggiore utilizzo degli HFC, seguito dal condizionamento e dalla refrigerazione industriale. Tuttavia il quadro cambia quando si considerano le emissioni di HFC in equivalenti di CO2. Nel 2011 queste sono state di circa 13,2 Mt CO2 equivalenti, derivanti pero’ soprattutto dalla refrigerazione commerciale. Nel complesso il 32% delle emissioni di equivalenti d CO2 da HFC deriva dal 12% di HFC utilizzati nel settore commerciale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here