Il G-20 discute di HFC

 Nell’incontro di San Pietroburgo i leader del G-20 hanno espresso il loro sostegno alle iniziative  per la riduzione delle emissioni di HFC e si sono accordati sul fatto che queste iniziative debbano avvenire nel contesto del protocollo di Montreal, mentre le riduzioni delle emisisoni continueranno ad essere monitorate e comunicate nel contesto dell’UNFCCC e del Protcollo di Kyoto.

Questo è quanto concordato dai seguenti paesi: Argentina , Australia, Brasile , Canada, Cina , Francia, Germania , India, Indonesia , Italia, Giappone , Corea, Messico , Russia , Arabia Saudita , Sud Africa, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e l’Unione europea , così come l’Etiopia , Spagna , Senegal , Brunei , il Kazakistan , e Singapore .

L’accordo del G-20 afferma: „Sosteniamo anche iniziative complementari , attraverso approcci multilaterali, utilizzando le competenze e le istituzioni del protocollo di Montreal per eliminare gradualmente la produzione e il consumo di idrofluorocarburi (HFC), sulla base dell’esame delle alternative economicamente valide e tecnicamente fattibili . Noi continueremo a includere gli HFC nell’ambito della convenzione UNFCCC e del protocollo di Kyoto per la contabilità e la comunicazione delle emissioni“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here