Danfoss: da azienda familiare a leader mondiale in 80 anni

Mads Clausen, fondatore di Danfoss

In questo settembre ricorre l’anniversario della fondazione di Danfoss. Ottant’anni fa Mads Clausen fondava Danfoss nella fattoria dei suoi genitori in Nordborg, Danimarca. Da allora, l’azienda è cresciuta diventando uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni energeticamente efficienti e innovative, con uno staff  e vendite in più di 100 paesi. L’innovazione è l’ingrediente fondamentale di questo successo. Sin dall’inizio Danfoss ha guardato verso l’estero e già nel 1939 apriva la sua prima sede commerciale oltre i confini danesi, in Argentina. Niels B. Christiansen, Presidente and CEO, spiega: “Il mercato globale è sempre stato per Danfoss una meta importante, molto prima che si iniziasse a parlare di globalizzazione e questo ci ha portato nella posizione internazionale di cui possiamo essere orgogliosi. Siamo stati tra i primi ad aprire ai grandi mercati emergenti e abbiamo lavorato fruttuosamente per costruire ottime relazioni coi nostri clienti e partner commerciali. Guardando in avanti, continueremo a concentrarci sui nostri mercati principali e sui paesi BRIC – Brasile, Russia, India e Cina, ma ponendo contemporaneamente attenzione anche a nuovi mercati come la Turchia e l’Indonesia, dove già abbiamo acquisito esperienza”. Dalle prime invenzioni di Mads Clausen di tempo ne è dunque passato. Oggi Danfoss offre circa 50 diverse linee di prodotto ed investe circa il 4% del netto delle vendite per innovare continuamente le proprie produzioni  in direzione maggiore efficienza e minori emissioni. Niels B. Christiansen afferma: “Diamo molta importanza ad assicurare uno sviluppo del prodotto che sia modellato sui bisogni del cliente. Nello specifico diamo importanza a che i nostri clienti siano coinvolti  nella progettazione del prodotto dall’inizio alla fine, assicurando cosi che i prodotti rispondano a necessità concrete. In Cina, per esempio, abbiamo sviluppato una serie di prodotti su misura per le richieste di quello specifico mercato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here