Il Parlamento europeo apre la strada a prodotti migliori in termini di utilizzo delle risorse

I produttori dovrebbero immettere prodotti durevoli, riparabili e riciclabili sul mercato dell’UE oltre a renderli efficienti dal punto di vista energetico. Questa è la visione del Parlamento europeo espressa  in una relazione che chiede una migliore progettazione ecocompatibile.

Il Parlamento europeo ha infatti votato ieri a favore di misure volte a rendere i beni di consumo, come i televisori e altri elettrodomestici, più duraturi e riparabili.

La coalizione di Coolproducts ha affermato che il voto è un importante passo avanti per ridurre gli sprechi e proteggere i consumatori. Coolproducts è una campagna condotta dall’European Environmental Bureau (EEB) e dall’ECOS che lavora per garantire una migliore politica di prodotto per i cittadini europei e l’ambiente.

Con il voto di oggi, il Parlamento ha chiesto l’introduzione di requisiti di efficienza delle risorse nella legislazione dell’UE sulla progettazione del prodotto nota come Ecodesign.

Il rapporto sostiene che una migliore progettazione del prodotto è necessaria per passare a un’economia circolare, in cui si evita il piu’ possibile la formazione di rifiuti, oltre che per raggiungere gli obiettivi nazionali concordati per ridurre le emissioni di CO2.

Finora l’ecodesign si è concentrato principalmente sulla produzione di frigoriferi, televisori e altri elettrodomestici più efficienti dal punto di vista energetico, generando sia risparmi energetici che monetari in tutta l’UE.

Stephane Arditi, responsabile della politica presso l’EEB e coordinatore di Coolproducts, ha dichiarato: «L’economia europea “take-make-use-throw” sta costando soldi ai consumatori e soffocando il nostro ambiente. Dato il suo successo, ha senso espandere l’ecodesign per realizzare prodotti che durano più a lungo e sono più facili da riparare e riciclare».

Arditi ha anche aggiunto: «Con l’80% dell’impatto ambientale dei prodotti determinato in fase di progettazione, è necessaria una migliore progettazione del prodotto per passare a un’economia circolare».

Si prevede ora che la Commissione europea e le autorità nazionali adottino le raccomandazioni sostenute dalla stragrande maggioranza dei membri del Parlamento europeo. Il chiaro appello del Parlamento europeo per un’attuazione ambiziosa della politica per la progettazione ecocompatibile arriva appena in tempo, mentre la Commissione e gli Stati membri stanno ultimando un pacchetto di 20 misure specifiche per prodotto, che dovrebbero essere adottate a novembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here