Tecnologie pulite per le infrastrutture a temperatura controllata

0
74

Buona parte della infrastruttura a temperatura controllata nei paesi in via di sviluppo deve ancora essere costruita. Questo include non solo strade, ferrovie, reti elettriche e idriche, ma anche una catena del freddo per cibo e medicinali, reti di raffrescamento per centri commerciali e altri edifici. Tecnologie innovative potrebbero qui fornire la soluzione per creare il „freddo pulito“ su ampia scala e contribuire cosí in modo sostenibile ai Global Goals per estirpare fame e povertà. I vantaggi di interventi in questa direzione sarebbero enormi per ambiente, popolazione e anche per l’economia. Visti, infatti, i numeri, si prospettano ampie possibilità di business per le aziende in grado di fornire queste tecnologie.

Un paio di esempi:

  • Il 70% dell’India è ancora da costruire in termini di infrastrutture a temperatura controllata. Lo afferma un rapporto di McKinsey Global Institute e lo stesso vale per Bangladesh e Indonesia.
  • Si calcola che in Cina ci siano 66.000 veicoli che servono una popolazione di 1,3 miliardi di persone; in India ve ne solo solo 9.000 per una popolazione altrettanto ampia; in Francia vi sono invece 140.000 veicoli per “soli” 66 milioni di abitanti.
  • L’India avrebbe bisogno di costruire 70.000 magazzini refrigerati, aggiungere 53.000 unità alla flotta refrigerata e costruire centri di stoccaggio per almeno 3 milioni di merci.
  • L’azienda britannica Dearman prevede che le unità per il trasporto refrigerato potranno crescere globalmente passando da 4 milioni a 18 milioni entro il 2030;
  • Bangladesh, Pakistan, Filippine e Vietnam stanno aumentando la propria capacità di rigassificazione di gas naturale. I cascami di freddo di questo processo potrebbero essere recuperati liquefando aria o azoto e usando il gas liquido come “storage” di freddo. Le proiezioni, inoltre, dicono che l’India importerà cinque volte tanto gas liquefatto nel 2040 rispetto ad oggi. I cascami di calore di tali quantità potrebbero fornire freddo per almeno 211 mila camion refrigerati.

Questi ed altri smetti sono iscritti nel documento pubblicato dall’università’ di Birmingham, QUI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here